Home Page Business

PMI Padova, contributi per la digitalizzazione delle PMI

Camera di Commercio di Padova concede contributi a fondo perduto nell’ambito del bando “Impresa 4.0”. Ecco i dettagli e come presentare la domanda

DATA APERTURA dal 31 ago 2020 al 12 ott 2020
regione Veneto

430 mila euro per le PMI del proprio territorio: con il bando “Impresa 4.0” la Camera di Commercio di Padova intende sostenere attivamente il tessuto imprenditoriale del proprio territorio. Le agevolazioni, sotto forma di contributi a fondo perduto, sono pensate per sostenere i costi della digitalizzazione, un passo diventato ormai fondamentale per la crescita della loro competitività. Le aziende interessate possono inoltrare la domanda di partecipazione a partire dal 31 agosto 2020.

Scheda riassuntiva bando

  • Nome del bando: Bando per l’erogazione di contributi finanziari a supporto della digitalizzazione e della transizione verso “Impresa 4.0” delle micro, piccole e medie imprese della provincia di Padova – Anno 2020
  • A chi è rivolto il bando: imprese della CCIAA di Padova
  • Fondi disponibili: 430 mila euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio di Padova
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio invio domande: 31 agosto 2020. Data fine invio domande: 12 ottobre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è promuovere l’uso di soluzioni digitali all’interno delle micro, piccole e medie imprese appartenenti alla circoscrizione della Camera di Commercio di Padova. I servizi o le soluzioni devono essere focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie in attuazione del Piano Transizione 4.0. Inoltre, il bando prevede di sostenere economicamente anche i progetti innovativi pensati per la ripartenza delle imprese dopo l’emergenza Covid-19. La misura si inserisce tra le iniziative per la digitalizzazione delle aziende previste dal decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 12 marzo 2020, dove sono approvati anche i PID o Punti Impresa Digitale.

I progetti devono includere gli ambiti di intervento e le tecnologie elencate nell’articolo 2 del bando. La dotazione finanziaria del provvedimento è di 430 mila euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese di qualsiasi settore con le seguenti caratteristiche:

  • Sede legale o unità locale nella circoscrizione della Camera di Commercio di Padova.
  • Attive, iscritte al Registro delle Imprese e in regola col pagamento del diritto annuale.
  • Non dovevano essere in difficoltà al 31 dicembre 2019.
  • Per i legali rappresentanti, soci o amministratori non devono sussistere cause di divieto, di decadenza e di sospensione.
  • Devono avere assolto obblighi contributivi e previdenziali.

Le imprese possono inoltrare una sola domanda di contributo.

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto pari ad un massimo del 50% delle spese ammissibili. I contributi non potranno superare i 5.000 euro e minimo di 2.000 euro. L’investimento minimo da sostenere è di 4.000 euro. Alle imprese in possesso di rating di legalità è riconosciuto un contributo di 200 euro.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese per l’acquisto di beni materiali e immateriali relativi alle tecnologie menzionate nell’articolo 2 del bando, che devono essere certificate nel progetto in fase di domanda. Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1° febbraio 2020 al 30 settembre 2020 e comprovate da documenti giustificativi (es: fatture, ricevute…) intestati al beneficiario.

Termine di scadenza

Le domande possono essere presentate dalle ore 9:30 del 31 agosto 2020 alle ore 19:00 del 12 ottobre 2020. Sono escluse le domande inviate prima e dopo tali termini.

Procedure e invio domanda

Le domande devono essere inviate telematicamente tramite lo sportello online “Contributi alle imprese” della piattaforma Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov. Tutte le domande devono essere firmate digitalmente e complete di tutta la documentazione necessaria, elencata dettagliatamente nel bando. Possono essere inviate sia dal legale rappresentante che da un intermediario accreditato. È obbligatorio indicare un indirizzo PEC dove ricevere tutte le informazioni ufficiali legate alla procedura.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande vengono accolte e gestite tramite procedura valutativa a sportello. Superata l’istruttoria amministrativo-formale, le domande vengono sottoposte alla verifica degli ambiti di intervento e di tutti i requisiti richiesti nel bando. L’istruttoria si conclude con l’adozione del provvedimento di concessione dell’agevolazione con l’elenco delle domande accolte e non accolte, tutte debitamente motivate, entro il 31 dicembre 2020.

Il contributo viene revocato in caso di dichiarazioni mendaci, impossibilità di effettuare controlli a causa del soggetto beneficiario o esito negativo dei controlli. In caso di revoca il contributo deve essere restituito maggiorato degli interessi legali.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati si possono consultare e scaricare dal sito web della Camera di Commercio di Padova.

Il responsabile del procedimento è il Dirigente dell’area sviluppo e promozione economica. Per informazioni è possibile usare i seguenti contatti:

  • E-mail: promozione@pd.camcom.it
  • Pec: promozione@pd.legalmail.camcom.it
  • 049/8208268
Caricamento contenuti...