Home Page Business

Emilia Romagna: Bando Digital Export 2021

La Regione ha stanziato più di 1 milione di euro per la concessione di contributi per l'internazionalizzazione delle aziende. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 1 mar 2021 al 22 mar 2021
regione Emilia-Romagna

Dopo un anno caratterizzato dall’emergenza sanitaria, in cui i rapporti internazionali si sono congelati, è il momento di rinascere. E la nuova edizione del Bando Digital Export vuole fare proprio questo: permettere alle aziende dell’Emilia Romagna di iniziare o rafforzare la propria presenza nei mercati esteri. Per farlo, sostiene l’uso di strumenti digitali, dall’e-commerce a piani di marketing multicanale. Alle aziende beneficiarie verrà concesso un contributo a fondo perduto che copre la metà delle spese del progetto. Ecco i dettagli e come partecipare.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando Digital Export – Anno 2021
  • A chi è rivolto il bando: MPMI dell’Emilia Romagna
  • Fondi disponibili: 1.093.152,27 euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Emilia Romagna
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 1° marzo al 22 marzo 2021

Obiettivo e fondo stanziato

Con il bando Digital Export, la Regione Emilia Romagna intende sostenere la presenza delle imprese regionali nei mercati esteri, soprattutto attraverso strumenti digitali. La Regione aiuterà le aziende a individuare nuove opportunità di business nei diversi Paesi stranieri, tenendo anche conto del loro coinvolgimento nella crisi sanitaria e della relativa situazione economica. La Regione ha stanziato 1.093.152,27 euro per questo intervento.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese del settore manifatturiero, che vogliono intraprendere o rafforzare un percorso di internazionalizzazione. Le aziende interessate devono avere sede legale o unità operativa situata nella Regione Emilia Romagna, essere attive e iscritte al Registro delle Imprese della propria Camera di Commercio. Inoltre devono aver maturato un fatturato minimo di 500 mila euro. Le imprese si rivolge prevalentemente alle imprese che non abbiano già partecipato all’edizione 2020 del bando.

Contributo

L’agevolazione concessa corrisponde a un contributo a fondo perduto che copre il 50% delle spese ammissibili sostenute. In particolare, prevede un voucher di 5 mila euro per spese complessive pari a 10 mila euro oppure un contributo di 15 mila euro a fronte di un investimento totale di 30 mila euro.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse tutte le spese volte a sostenere i costi del progetto di internazionalizzazione. Non c’è alcun vincolo sui Paesi target. Tra le attività ammesse troviamo: assessment, temporary export manager e digital export manager, acquisizioni di certificazioni valide anche all’estero, branding, attività export nel B2B, partecipazione a fiere e convegni, realizzazione attività di marketing digitale, sviluppo sito web e promozione offline. Le aziende devono presentare un progetto legato ad almeno due ambiti di attività tra quelli elencati. Ogni azienda può presentare un solo progetto, i cui lavori si dovranno svolgere dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021.

Vuoi allargare i tuoi confini?
Fatti conoscere in tutta Europa con Europages!

Scopri come

Termine di scadenza

Le domande si possono inviare dalle ore 8:00 del 1° marzo alle ore 14:00 del 22 marzo 2021.

Procedure e invio domanda

Le domande e tutta la documentazione richiesta possono essere inviate esclusivamente online attraverso la piattaforma Web Telemaco, nella sezione “Servizi e-gov” alla voce “Contributi alle Imprese”. Per convalidare la domanda è necessario apporre la firma elettronica da parte del legale rappresentante o intermediario qualificato dell’azienda. Inoltre, occorre indicare un indirizzo PEC dell’azienda per tutte le comunicazioni ufficiali sul bando.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande vengono valutate tramite procedura valutativa a graduatoria, in base al punteggio assegnato a ciascun progetto. Al termine della fase di valutazione, sul sito di Unioncamere Emilia-Romagna verrà pubblicata la Determinazione con la graduatoria. Le imprese devono rispettare termini e obblighi descritti nel bando. In caso di dichiarazioni mendaci o inesatte, caduta dei requisiti, controlli con esito negativo e altre violazioni, le aziende beneficiarie subiranno la revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando è disponibile sul sito web della Regione Emilia Romagna.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere un’e-mail al seguente indirizzo di Unioncamere Emilia Romagna: supporto.bandi@rer.camcom.it.

Vuoi allargare i tuoi confini?
Fatti conoscere in tutta Europa con Europages!

Scopri come

Caricamento contenuti...