Home Page Business

CCIAA Napoli: 985 mila euro per i voucher digitali alle PMI

I voucher nascono per sostenere le imprese intenzionate ad acquistare servizi di consulenza e formazione ma anche strumenti necessari per la digitalizzazione. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 15 sett 2020 al 15 dic 2020
regione Campania

Il processo di digitalizzazione ormai rappresenta una necessità per le imprese: per rimanere competitivi sul mercato e soddisfare le esigenze dei consumatori bisogna affidarsi alle nuove tecnologie, che assicurano numerosi vantaggi sia a livello produttivo che organizzativo.

Molte aziende, soprattutto quelle di piccole dimensioni, non hanno però le risorse necessarie per investire in consulenze, formazione e strumentazione dedicate al digitale. Per tale motivo, gli enti camerali di tutta Italia offrono sostegni di varia tipologia. La Camera di Commercio di Napoli nell’ambito del Piano Transizione 4.0 ha istituito i voucher digitali I4.0 per aiutare le imprese della propria circoscrizione ad investire in digitalizzazione. Il fondo supera i 985 mila euro e servirà per soddisfare quante più aziende possibile.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando Voucher Digitali I4.0 – edizione 2020
  • A chi è rivolto il bando: micro, piccole e medie aziende di Napoli e Provincia
  • Fondi disponibili: 985.408 €
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio di Napoli
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 15 settembre 2020 al 15 dicembre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

Il bando si inserisce nell’ambito delle iniziative legate al Piano Transizione 4.0 del Ministero dello Sviluppo Economico, che col Decreto del 12 marzo 2020 ha approvato anche la nascita dei PID – Punti Impresa Digitale, importanti punti di riferimento per le aziende che desiderano intraprendere percorsi di digitalizzazione.

Per sostenere tali iniziative, la Camera di Commercio di Napoli ha quindi pubblicato il bando per i voucher digitali, mirato a sostenere le spese per la trasformazione economica. Gli ambiti di intervento e le relative tecnologie che verranno ammesse nei progetti sono descritti nell’articolo 2 del bando. Le risorse economiche ammontano a 985.408 €.

Soggetti interessati

Sono ammesse al contributo le micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o unità operativa nel territorio di Napoli e Provincia. Le aziende interessate devono essere attive, iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Napoli, in regola col pagamento del diritto annuale e con gli obblighi previdenziali e contributivi.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di voucher che sostiene massimo il 70% delle spese ammissibili. L’importo massimo è di 15.000 €. Alle imprese con rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di 250 € nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei massimali “de minimis”.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese in servizi di consulenza e/o formazione relativi alle tecnologie ammesse e indicate nell’articolo 2 del bando; ma anche l’acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti incluse sempre nel secondo articolo dell’avviso.

Tutte le spese possono essere sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda e fino al 31 dicembre 2020. L’importo minimo dell’investimento è di 5.000 €.

Termine di scadenza

Le domande devono essere inoltrate dalle ore 8:00 del 15 settembre 2020 alle ore 20:00 del 15 dicembre 2020.

Procedure e invio domanda

Le domande e tutta la documentazione devono essere presentate in modalità telematica attraverso lo sportello online Contributi alle Imprese del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov. Ogni impresa può trasmettere una sola richiesta di contributo.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande saranno valutate tramite procedura a sportello, ovvero in base all’ordine cronologico di presentazione. Dopo l’istruttoria amministrativo-formale le domande devono affrontare l’istruttoria tecnica che prende in esame il tipo di intervento, la tecnologia usata e, in generale, le caratteristiche del progetto di digitalizzazione.

Dopo la fase valutativa viene pubblicata la graduatoria finale costituita dalle domande ammesse e finanziabili, quelle non finanziabili (a causa dell’esaurimento delle risorse) e quelle non ammesse. Il contributo viene erogato previo invio della rendicontazione.

Il contributo è revocato in caso di mancata o difforme realizzazione del progetto rispetto alla domanda presentata dall’impresa, mancata trasmissione della documentazione richiesta dall’ufficio competente, rilascio di dichiarazioni mendaci o inesatte, mancati controlli per cause imputabili all’azienda beneficiaria ed esito negativo dei controlli.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e gli allegati si possono consultare e scaricare dal sito web della Camera di Commercio di Napoli.

Eventuali informazioni e chiarimenti sull’avviso possono essere richieste a S.I. Impresa della Camera di Commercio di Napoli al seguente indirizzo e-mail: voucher@si-impresa.na.camcom.it.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...