Home Page Business

CCIAA Maremma e Tirreno: bando 2021 per la digitalizzazione del turismo

La Camera di Commercio ha stanziato un fondo di 80 mila euro per sostenere i progetti di digitalizzazione del settore turistico. Ecco come partecipare

DATA APERTURA dal 25 gen 2021 al 31 dic 2021
regione Toscana

Il settore turistico è uno dei maggiormente colpiti dagli effetti del Covid-19: le restrizioni e il dilagare del virus ha comportato un blocco dei viaggi. Ciò ha danneggiato milioni di imprese in tutto il mondo: dagli Hotel, ai ristoranti e altre strutture simili, fino alle agenzie di viaggio. Il digitale rappresenta un’occasione di ripresa e riscatto. Per tale motivo la Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno ha stanziato un fondo volto a sostenere, con contributi a fondo perduto, progetti di digitalizzazione proposti da aziende del territorio operanti nel turismo. Ecco i dettagli.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando per lo sviluppo dei servizi digitali in ambito turistico
  • A chi è rivolto il bando: MPMI della CCIAA Maremma e Tirreno
  • Fondi disponibili: 80 mila euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 25 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è quello di agevolare la ripresa del settore turistico, duramente colpito dall’emergenza sanitaria ed socio-economica del Covid-19. Per arginare la crisi, la Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno concederà contributi a fondo perduto alle aziende del turismo che desiderano intraprendere o rafforzare un percorso di digitalizzazione. Con questa iniziativa, l’ente conferma che la ripartenza passa anche dall’innovazione tecnologica.

Il fondo stanziato ammonta a 80 mila euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese, incluse cooperative e consorzi iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio Maremma e Tirreno. Le aziende devono avere specifici codici ATECO elencati nel bando: ristoranti, villaggi turistici, aree campeggio, gelaterie e pasticcerie, bar, agenzie di viaggio, musei, parchi divertimento e tutte le attività che in qualche modo sono coinvolte nel turismo.

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto pari al 70% delle spese ammissibili sostenute, fino a un importo massimo di 5000 €. L’investimento minimo di partecipazione è di 1000 €.

Spese ammesse dal bando

Si considerano ammissibili solo gli investimenti che si riferiscono esplicitamente al progetto turistico di digitalizzazione e sostenute dal 1° gennaio 2021. Nello specifico, sono ammesse le seguenti spese: adozione di software mirati all’acquisizione di nuove competenze e tecnologie in azienda, in attuazione della strategia Industria 4.0; software per la vendita diretta di servizi turistici e prenotazione; acquisto apparecchi come modem e router; realizzazione piani di social media marketing e relativi contenuti (video, foto, testi etc.); servizi di consulenza a tema digitalizzazione e percorsi di formazione.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Termine di scadenza

Le domande possono essere inviate dal 25 gennaio 2021 al 01 dicembre 2021.

Procedure e invio domanda

Le domande e tutta la documentazione devono essere trasmesse esclusivamente in via telematica, attraverso la propria PEC e verso il seguente indirizzo di posta elettronica certificata: cameradicommercio@pec.lg.camcom.it. Nell’oggetto occorre indicare la seguente dicitura: “Bando Turismo digitale – domanda di partecipazione”. Le domande devono essere convalidate da firma digitale. Tutta la documentazione da inviare via PEC è dettagliatamente descritta nel bando.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande verranno valutate tramite procedura a sportello, si terrà conto dell’arrivo in ordine cronologico. L’istruttoria ha una durata di 60 giorni a partire dalla data di scadenza del bando. L’esito viene comunicato direttamente agli interessati, sia se si ottiene un risultato positivo che negativo. Le aziende beneficiarie sono tenute a presentare la rendicontazione per avere l’accredito del contributo. In caso di violazione degli accordi e degli obblighi presi con la Camera di Commercio si subisce la revoca dell’agevolazione.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e gli allegati si possono consultare dal sito web della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il Servizio di Promozione e Sviluppo economico all’indirizzo e-mail: promozione@lg.camcom.it.
Per le comunicazioni ufficiali occorre invece scrivere alla PEC: cameradicommercio@pec.lg.camcom.it.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...