Home Page Business

Bonus Pubblicità 2020: confermato il tetto al 30%

Per fronteggiare l’emergenza Coronavirus cambiano le regole per accedere al bonus pubblicità: ecco quali sono le novità e come fare richiesta

Alt text

Nell’ultimo mese, il Governo ha sbloccato diverse risorse per aiutare le aziende a ripartire dopo l’emergenza sanitaria del Covid-19. Non solo, sono stati emanati nuovi provvedimenti ad-hoc, ma in più occasioni, sono stati modificati alcuni aspetti di contributi già previsti per aziende e cittadini.

Uno degli ultimi aggiornamenti riguarda il bonus pubblicità concesso alle aziende che desiderano promuovere la propria attività tramite i diversi mezzi di informazione. Incrementare la propria visibilità e intercettare la clientela anche attraverso il web è una necessità fondamentale, soprattutto dopo un periodo di fermo così improvviso e prolungato. Le imprese hanno bisogno di riaffacciarsi sul mercato in modo forte e riguadagnarsi la fiducia dei consumatori, soprattutto se, durante la quarantena, hanno magari dedicato un po’ meno tempo e risorse alle attività di marketing. In questo contesto, il bonus pubblicità ha subito alcune modifiche che permetteranno a un maggior numero di imprese di accedere al contributo. Per il momento, le modifiche sono valide solo per il 2020.

Bonus Pubblicità 2020: quali sono le novità?

Il bonus pubblicità è stato istituito nel 2018 (artt.57-bis del Decreto Legge 50/2017) ed era costituito da un credito di imposta del 75% sulla parte incrementale dell’investimento rispetto all’anno precedente, solo in relazione allo stesso mezzo di informazione. È pensato per le imprese, i liberi professionisti e gli enti non commerciali che investono in pubblicità sui mezzi di informazione (stampa quotidiana e periodica online e cartacea, radio e tv). Quindi non viene applicato per campagne pubblicitarie svolte sui social, tramite Google o altri servizi digitali.

Per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, il Governo ha introdotto alcune importanti novità nell’articolo 98 del DL 18/2020 (Decreto Cura Italia) confermate poi nella Legge 24 aprile 2020 n.27 attualmente in vigore. Grazie a questa modifica, il bonus pubblicità è costituito da un credito di imposta del 30% sull’intero investimento effettuato nel 2020. Il diritto all’agevolazione non dipende solo dalla parte incrementale dell’investimento, ma all’intera spesa del 2020 sullo stesso tipo di mezzo di informazione. Gli investimenti totali devono quindi essere comunque maggiori dell’1% rispetto all’anno precedente.

Bonus Pubblicità 2020: come fare domanda?

Normalmente la domanda può essere presentata dal 1° al 31 marzo dell’anno per cui si chiede l’agevolazione. Questa finestra è stata attivata anche nel 2020, ma per venire incontro alle imprese il Governo ha deciso di aprirne una seconda che risponderà alle nuove regole.

Aumenta la tua visibilità su Google
con campagne davvero ottimizzate

Scopri come

La domanda per usufruire dell’agevolazione può essere presentata dall’1° al 30 settembre 2020 tramite una sorta di prenotazione online. Tutti i dettagli sono indicati nel dpcm 90/2018 art. 5. Chi ha effettuato nuovi investimenti, può comunque presentare una nuova domanda anche se la ha già presentata entro marzo.

In seguito, entro il 31 gennaio 2021 i soggetti che hanno prenotato il contributo devono perfezionare la procedura inviando la dichiarazione sostitutiva unica legata a tutti gli investimenti in pubblicità effettuati nel 2020.

Come usare il bonus pubblicità?

Il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria, dopo una attenta valutazione, pubblica l’elenco degli ammessi con relativo importo teoricamente fruibile da ciascun soggetto. Solo dopo il 31 gennaio dell’anno successivo, viene pubblicato l’elenco definitivo dei beneficiari al contributo. Il documento è disponibile sul sito web del Ministero e per ogni beneficiario viene anche indicato l’importo a cui ha diritto.

I soggetti possono usare il credito di imposta in compensazione tramite modello di pagamento F24 presentato all’Agenzia delle Entrate, a partire dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dell’elenco dei beneficiari ammessi al contributo. Se l’importo supera i 150mila euro, occorre attendere l’abilitazione da parte dell’Agenzia.

Eventuali domande e dubbi possono essere chiariti contattando direttamente il Dipartimento all’indirizzo e-mail: info.bonuspubblicita@governo.it.

Aumenta la tua visibilità su Google
con campagne davvero ottimizzate

Scopri come

Caricamento contenuti...