Home Page Business

Bando UTT, finanziati 91 progetti innovativi: ecco quali

Con i nuovi 27 progetti finanziati, sono quasi 100 le Università e gli enti di ricerca che potranno lavorare e sviluppare le proprie idee. Ecco i dettagli

Alt text

Creare sinergie tra il mondo della ricerca e le imprese del territorio nazionale: questo era l’obiettivo del bando per il potenziamento degli Uffici di Trasferimento Tecnologico (UTT) emanato alla fine del 2019 dal Ministero dello Sviluppo Economico. In questi giorni, altri 27 progetti sono stati ammessi al contributo, arrivando così ad un totale di 91 progetti innovativi.

Il bando nasce con l’obiettivo di facilitare il trasferimento di progetti innovativi nati all’interno di Università ed enti di ricerca verso le imprese, in modo che diventino realtà e servano subito per apportare innovazione alla società. In questo modo si incentiva la trasformazione tecnologica delle aziende. Ciò permette alle imprese di assorbire conoscenze e competenze di carattere innovativo, utili nei diversi settori produttivi. Per finanziare il bando sono stati stanziati 7,55 milioni di euro.

Bando UTT: i progetti ammessi finora

Grazie al Bando UTT finora sono stati concessi finanziamenti pari al 50% della spesa ammissibile a 91 progetti innovativi presentati da Università, Istituti di Ricovero e Cura di carattere scientifico (IRCCS), Enti pubblici di Ricerca che impiegheranno in totale 125 giovani professionisti altamente qualificati nei prossimi tre anni. A loro verrà demandato il compito di trasformare le idee in realtà, riuscendo a inserirle nella società grazie anche al supporto di alcune aziende.

La prima fase di finanziamenti ha accolto 64 progetti negli scorsi mesi. Questi hanno permesso a 85 ricercatori ed esperti di lavorare grazie ad uno stanziamento di 5 milioni di euro. Il 20 luglio il secondo round: il Ministero ha pubblicato il nuovo elenco di 27 progetti che accederanno al finanziamento. In particolare, si contano 20 progetti finanziati dal MISE e 7 dal Ministero della Salute, questi ultimi sono IRCCS. In questo caso l’importo stanziato è di 2,5 milioni di euro che permetteranno a 40 professionisti di lavorare. La notizia è apparsa sul sito ufficiale del MISE, che ha anche reso pubblico l’elenco dei progetti.

Quali sono i 27 nuovi progetti ammessi al bando?

Osservando l’elenco di progetti ammessi nell’ultima tranche, spicca l’Università degli Studi di Milano con U-Reconnect, nato dall’unione tra la Direzione Innovazione e Valorizzazione delle Conoscenze dell’Università Statale e Fondazione UNIMI e mira a riorganizzare il sistema di supporto all’innovazione voluto dal Piano Strategico d’Ateneo per lo sviluppo delle attività di ricerca.

Oltre a questo progetto troviamo in elenco l’IRCCS materno-infantile “Burlo Garofolo” di Trieste con il progetto TT_Burlo. Si tratta di un ospedale ad alta specializzazione nel settore pediatrico e in quello della maternità e della salute della donna, quindi il progetto è inerente ai campi in cui opera.

Tra gli altri progetti giudicati meritevoli troviamo quello dell’INAF Istituto Nazionale Astro Fisica, del NRIM– Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica, IRCCS Istituto Tumori “Giovanni Paolo II ” di Bari e altri. Insomma, l’elenco è lungo e articolato, ma ricco di opportunità non solo per chi beneficerà dell’agevolazione ma per tutta la società.

Caricamento contenuti...