Home Page Business

Umbria: incentivi per la ricerca industriale e sviluppo sperimentale

La Regione concede contributi a fondo perduto alle aziende del territorio che vogliono avviare progetti innovativi. Ecco come partecipare

DATA APERTURA dal 27 gen 2021 al 20 mar 2021
regione Umbria

La Regione Umbria ha stanziato più di 3.6 milioni di euro al fine di agevolare la nascita di iniziative legate alla Ricerca Industriale e lo Sviluppo Sperimentale. Questo tipo di attività può avere un impatto importante, non solo sulle aziende coinvolte, ma sull’intero territorio. Può infatti permettere anche alle piccole aziende di introdurre nuove tecnologie grazie anche alla collaborazione con startup. Le pmi investono sempre di più su ricerca e sviluppo. Ecco perchè il bando rappresenta un’opportunità per la crescita e la digitalizzazione delle imprese.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Avviso a sostegno dei progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale
  • A chi è rivolto il bando: imprese dell’Umbria
  • Fondi disponibili: 3.624.000 €
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Umbria
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 27 gennaio al 20 marzo 2021

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è agevolare le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale da parte delle aziende, in modo da incrementare il livello di innovazione del territorio e renderlo più competitivo anche nei mercati internazionali.

Il fondo ammonta a 3.624.000 €.

Soggetti interessati

Possono accedere al bando le imprese di qualsiasi dimensione con sede nella Regione Umbria. L’azienda deve essere attiva e iscritta al Registro delle Imprese delle camere di commercio umbre. Inoltre, deve avere uno degli specifici Codici ATECO approvati (l’elenco completo è nell’Allegato 1 del bando).

Contributo

L’agevolazione viene concessa sotto forma di contributo a fondo perduto in base alla dimensione dell’azienda e dal tipo di attività: si va dal 20% al 65% delle spese ammissibili. Se il progetto è frutto di una collaborazione tra startup e pmi o un aumento occupazionale si avrà una premialità del 2.5%.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Spese ammesse dal bando

Sono ammessi al contributo i progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale mirati a definire nuovi processi legati agli ambiti di specializzazione della Strategia di Ricerca e Innovazione per Specializzazione Intelligente (RIS 3) della Regione. Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda. La soglia minima dell’intervento è di 120 mila euro mentre quella massima è di 1.5 milioni di euro. Vengono accettate le spese per il personale dipendente, costo della strumentazione e dei macchinari, servizi di consulenza, materiali, e spese generali.

Termine di scadenza

La compilazione e l’invio delle domande può essere effettuata dalle ore 10:00 del 20 gennaio 2021 alle ore 12:00 del 20 marzo 2021.

Procedure e invio domanda

La domanda e tutta la documentazione possono essere inviate esclusivamente online attraverso la piattaforma Servizi in Rete della Regione Umbria. Per compilare e inviare la domanda, l’impresa deve ottenere lo SPID.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le istanze saranno valutate in ordine decrescente che tiene conto dell’indice di priorità dichiarato dall’impresa. Ad ogni domanda verrà quindi assegnato un punteggio in base ai criteri dell’indice di priorità. Si terrà conto anche dell’eventuale penalizzazione dell’azienda in seguito al Covid-19 oppure della rappresentanza femminile al suo interno. Segue poi l’istruttoria valutativa. Al termine della procedura verrà elaborata una graduatoria dei Progetti ritenuti ammissibili. La concessione o il diniego verrà comunicato tramite PEC direttamente all’azienda interessata. Il contributo verrà erogato, previo invio della rendicontazione.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati si possono scaricare dal sito web della Regione Umbria.

Per assistenza tecnica durante la compilazione delle domande online è possibile contattare il Service Desk al numero verde 848.88.33.66 o al 075.5027999 ma anche al seguente indirizzo e-mail servicedesk@umbriadigitale.it.

Il Responsabile procedimento è Pompo Edoardo e può essere contattato al seguente numero telefonico 0755045082 o via e-mail epompo@regione.umbria.it. Il Responsabile dell’Istruttoria è Secondi Simone e può essere contattato al seguente numero telefonico 0755045765 o via e-mail simonesecondi@regione.umbria.it.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...