Home Page Business

PMI bolognesi, fondi dalla CCIA per investimenti innovativi

I voucher digitali concessi dalla Camera di Commercio serviranno per sostenere i percorsi di digitalizzazione delle aziende beneficiarie. Ecco i detta

DATA APERTURA dal 10 sett 2020 al 8 ott 2020
regione Emilia-Romagna

I voucher digitali rappresentano uno strumento fondamentale per sostenere i percorsi di trasformazione tecnologica delle aziende. Nascono grazie a un piano nazionale ma vengono attuati e concessi in modo capillare dalle Camere di Commercio di tutta Italia e i relativi Punti di Impresa Digitale. Anche la Camera di Commercio di Bologna concede contributi a fondo perduto per la digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese del territorio. Chi può richiederli? A quanto ammontano e come fare la domanda? Ecco un riepilogo del bando per rispondere a tutte le domande.

Scheda riassuntiva bando

  • Nome del bando: BANDO VOUCHER DIGITALI I4.0 – Anno 2020
  • A chi è rivolto il bando: micro, piccole e medie impresa dell’Area Metropolitana di Bologna
  • Fondi disponibili: 520 mila euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio di Bologna
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio invio domande online: 10 settembre 2020. Data fine invio domande online: 8 ottobre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

Il bando si inserisce nell’ambito delle misure previste dal Piano Transizione 4.0 legato al decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 12 marzo 2020 che ha approvato l’attivazione dei Punti di Impresa Digitale (PID), ossia dei punti di riferimento istituiti nelle Camera di Commercio per assistere e supportare tutte le aziende che desiderano intraprendere un percorso di digitalizzazione. Il bando della Camera di Commercio di Bologna fa quindi parte del progetto nazionale. È pensato per sviluppare rapporti di collaborazione tra le micro, piccole e medie imprese e anche tra le imprese e i soggetti esperti in tecnologie I4.0. L’obiettivo è produrre progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented.

Inoltre, nasce per promuovere l’uso di servizi focalizzati su nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione del Piano Transizione 4.0. Infine, vista l’emergenza sanitaria che ha caratterizzato i primi mesi del 2020, il bando vuole favorire la nascita di progetti pensati per affrontare la ripartenza dopo la fase emergenziale del Covid-19. A tal fine, la Camera di Commercio ha stanziato 520 mila euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Bologna. Anche il progetto deve essere pensato per aziende che hanno sede o unità locale nell’area metropolitana di Bologna. Inoltre, le imprese richiedenti devono essere attive, in regola con l’iscrizione al Registro delle imprese e con il pagamento del diritto annuale. Le aziende richiedenti non si dovevano trovare in difficoltà al 21 dicembre 2019, devono aver assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative legate alla salute e alla sicurezza sul lavoro.

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di voucher che coprono un massimo del 50% delle spese ammissibili. L’importo massimo è pari a 10 mila euro. Alle imprese con rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di 250 euro nel limite del 100% delle spese ammissibili. I voucher sono concessi alla singola impresa che può presentare una sola domanda di contributo.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese per l’acquisto di servizi di consulenza e formazione legati a una o più tecnologie presenti nell’articolo 2 del bando. Inoltre, si possono rendicontare spese per acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione ed infine quelle per l’abbattimento degli oneri di qualsiasi natura legati a finanziamenti e prestiti bancari, per realizzare i progetti di innovazione digitale.

Termine di scadenza

Le domande si possono presentare dalle ore 9:00 del 10 settembre 2020 alle ore 17:00 dell’8 ottobre 2020.

Procedure e invio domanda

Le domande devono essere presentate esclusivamente in via telematica accedendo allo sportello online “Contributi alle Imprese” che si trova all’interno della piattaforma Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov. Saranno escluse le domande che arrivano oltre i termini di scadenza, inviate attraverso altri mezzi e sprovviste di tutti i documenti richiesti nel bando. Le domande di presentazione devono essere firmate digitalmente del legale rappresentante dell’azienda e occorre anche segnalare un indirizzo PEC valido.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Dopo la ricezione delle domande verranno sottoposte a istruttoria. Non si tiene conto dell’ordine cronologico di ricezione delle domande. In caso di insufficienza dei fondi si procede ad una riduzione proporzionale del contributo spettante per tutte le domande ammissibili. L’istruttoria consiste in una verifica dei requisiti e degli ambiti tecnologici attuati del progetto, questa poi si conclude con l’adozione del provvedimento di concessione o diniego del contributo, debitamente motivata.

La graduatoria viene pubblicata nel sito istituzionale della Camera di Commercio nella sezione Amministrazione Trasparente, ma l’esito viene comunicato anche via PEC agli interessati. Per la liquidazione del voucher l’impresa deve presentare la rendicontazione delle spese sostenute. Il voucher viene revocato nel caso in cui il progetto non venga realizzato o non corrisponda alle caratteristiche iniziali, in caso di mancata trasmissione della rendicontazione o documenti richiesti, rilascio di dichiarazioni false o inesatte, impossibilità di effettuare controlli per cause imputabili al beneficiario ed esito negativo dei controlli.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati si possono consultare e scaricare sul sito web della Camera di Commercio di Bologna.

Per informazioni è possibile contattare direttamente la Camera di Commercio usando l’apposito modulo online. In alternativa è possibile inviare un’e-mail all’indirizzo pid@bo.camcom.it.

Caricamento contenuti...