Home Page Business

Impresa SIcura, il bando per richiedere il rimborso per l'acquisto dei DPI

Dall’11 maggio le imprese possono richiedere il rimborso per tutti i DPI acquistati contro il Covid-19: ecco come fare

DATA APERTURA dal 11 mag 2020 al 18 mag 2020

A maggio 2020, inizia ufficialmente la Fase 2 legata al contenimento della diffusione del Covid-19. Molte imprese non si sono fermate, altre ripartiranno gradualmente: ma tutte dovranno dotarsi dei cosiddetti DPI, ovvero i dispositivi di protezione individuale, da indossare durante il lavoro. Mascherine, guanti, ma anche disinfettanti e altri strumenti adottati in questo periodo possono essere rimborsati totalmente. Come? Basta partecipare al bando Impresa SIcura. Il bando rientra tra le iniziative gestite da Invitalia e permette ad ogni impresa, a prescindere dalla forma giuridica, dimensione e settor,e di avere un rimborso totale per l’acquisto dei DPI.

Scheda riassuntiva bando Impresa SIcura

  • Nome del bando: Impresa SIcura – Bando per l’accesso al rimborso delle spese sostenute dalle imprese per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale
  • A chi è rivolto il bando: tuttte le imprese italiane
  • Fondi disponibili: 50 milioni di euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Invitalia
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio per la prenotazione del rimborso: 11 maggio. Data fine per la prenotazione del rimborso: 18 maggio 2020

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è permettere alle imprese di mantenere alto il livello di protezione dalla diffusione del Covid-19. A tal fine è fondamentale permettere loro di dotarsi di tutti i dispositivi di protezione individuale (DPI) necessari per mettere in sicurezza le persone che frequentano la sede. Solo con le dovute precauzioni si può continuare l’attività aziendale bloccando o mantenendo ai minimi termini il rischio di contagio. Per attuare tale misura è stato stanziato un fondo di 50 milioni di euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare le aziende italiane di ogni forma giuridica, dimensione e operanti in qualsiasi settore, che al momento della richiesta di rimborso siano attive, abbiano la sede principale o secondaria in Italia, non siano sottoposte a liquidazione volontaria o procedure concorsuali.

Contributo

Il bando permette di avere il rimborso totale di tutte le spese ammissibili, ovvero quelle destinate all’acquisto di DPI finalizzati al contrasto della diffusione del Covid-19.

Il rimborso concesso è di 500 euro per ogni addetto dell’azienda a cui sono destinati i DPI, fino a un massimo di 150mila euro per impresa.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese al bando per l’acquisto di DPI che abbiano caratteristiche tecniche a norma di Legge. Ovvero è ammesso l’acquisto di:

  • Mascherine filtranti, chirurgiche, FFP2, FFP1, FFP3.
  • Guanti in lattice, vinile, nitrile.
  • Maschere e altri dispositivi per la protezione degli occhi.
  • Calzari e sovrascarpe.
  • Cuffie.
  • Dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea.
  • Detergenti e disinfettanti..

Queste spese possono essere sostenute a partire dal 17 marzo 2020 alla data di presentazione della domanda e non devono essere minori di 500 euro. Inoltre, non devono essere oggetto di rimborso di altre iniziative pubbliche. Per l’erogazione del rimborso, l’impresa deve presentare la fattura del saldo completo della fornitura.

Termine di scadenza

La prenotazione del rimborso (Fase 1) si potrà effettuare dalle ore 9:00 alle 18:00 dall’11 maggio al 18 maggio 2020 (dal lunedì al venerdì, festivi esclusi).

Procedure e invio domanda

La partecipazione al bando è suddivisa in tre fasi. La Fase 1 è quella di prenotazione del rimborso. Le imprese interessate devono accedere alla sezione Impresa SIcura del sito Invitalia e prenotare il rimborso tramite l’apposito Sportello online. Al termine della procedura di prenotazione, il richiedente riceve una comunicazione in cui si attesta l’orario di arrivo della richiesta e il codice.

Nella Fase 2 viene pubblicato l’elenco delle prenotazioni: i nomi sono ordinati in base alla data e orario di arrivo delle domande. Tale lista è pubblicata entro tre giorni a partire dalla data di scadenza dell’invio sulla pagina online dedicata a Impresa SIcura. Per ogni domanda di prenotazione viene indicato anche il contributo richiesto e l’esito, ovvero chi è stato ammesso e chi non ammesso. I soggetti ammessi possono accedere alla Fase 3, cioè compilare la vera e propria domanda di rimborso a cui devono essere allegati tutti i documenti di spesa (fatture o altre evidenze legate al pagamento dei DPI).

La domanda deve essere inviata dal Legale Rappresentante o Titolare dell’impresa che deve accedere tramite la Carta Nazionale dei Servizi. Solo dopo l’accesso è possibile delegare un rappresentante per gestire la procedura legata alla presentazione della domanda. Dopo aver inserito tutte le informazioni all’interno del modulo di domanda online, occorre convertirlo in formato PDF e apporre la firma digitale. In seguito, è necessario caricare la domanda firmata digitalmente e tutti gli allegati richiesti nel sistema online e procedere all’invio.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Entro 10 giorni dalla data di invio, l’Agenzia Invitalia pubblica l’esito del provvedimento sul suo sito ufficiale. Questa pubblicazione vale a tutti gli effetti come comunicazione formale alle imprese richiedenti. In questo elenco sono inserite anche imprese per cui è necessario un approfondimento istruttorio o quelle non finanziabili per insufficienza di risorse finanziarie. L’Agenzia infine procede all’erogazione del rimborso sul conto corrente indicato dall’impresa al momento della domanda. Invitalia può effettuare dei controlli su un campione di aziende ammesse al contributo. Il contributo viene revocato nel caso in cui non si rispettino gli obblighi e tutte le prescrizioni del bando.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando, gli allegati e tutte le informazioni si possono reperire sulla pagina Impresa SIcura presente nel sito Invitalia.

Per avere maggiori informazioni su Impresa SIcura è possibile compilare online la scheda contatto oppure telefonare al numero azzurro 848.886886 dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 18:00.

Per dubbi o domande legate all’uso della piattaforma online è possibile contattare il call center al numero 06.64892175 o inviando un’e-mail a supportotecnico.impresasicura@infocamere.it.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...