Home Page Business

Fondo di garanzia per emergenza Covid-19: 5,5 milioni dalla Regione Liguria

Emergenza Coronavirus: il nuovo contributo è pensato per le micro e piccole imprese della Regione Liguria. Scopri come inviare la domanda

DATA APERTURA dal 10 apr 2020 al 30 sett 2020
regione Liguria

L’emergenza Covid-19 ha portato molte Regioni italiane a stanziare fondi straordinari per sostenere le imprese del territorio in un periodo così difficile e delicato. Tra le misure attuate nell’ultimo mese c’è quella della Regione Liguria che mette a disposizione 5.5 milioni di euro per creare un fondo di garanzia per finanziare le attività delle micro e piccole imprese dei settori dell’Artigianato, Commercio e Turismo che in questo momento stanno affrontando una grave crisi.
Le domande devono essere inoltrare esclusivamente online e vengono accolte e gestite tramite procedura a sportello da parte dell’ente gestore, FI.L.S.E.

Scheda riassuntiva “Fondo di garanzia – Emergenza Covid-19” Regione Liguria

  • Nome del bando: Fondo di garanzia – Emergenza Covid-19
  • A chi è rivolto il bando: micro e piccole imprese operanti nella Regione Liguria
  • Fondi disponibili: 5.5 milioni di euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Liguria
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data apertura invio domande: 10 aprile 2020. Data chiusura invio domande: 30 settembre 2020.

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è sostenere le micro e piccole imprese della Regione Liguria che operano nel settore Artigianato, Commercio e Turismo e si trovano in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19. Nello specifico, la misura è pensata per le aziende che, per superare questo periodo difficile, intendono richiedere un prestito in due modalità:

  • Modalità A, prestito concesso ed erogato da una Banca Convenzionata.
  • Modalità B, garanzia rilasciata da Confidi Convenzionati per richiedere un finanziamento presso una Banca.

A tal fine, sono stati stanziati 5.5 milioni di euro da destinare ad un fondo di garanzia.

Soggetti interessati

Il bando di rivolge alle micro e piccole imprese del settore Artigianato, Commercio e Turismo che, al momento della domanda, sono iscritte al Camera di Commercio, sono in regola con i contributi, abbiano ottenuto delibera positiva dalla Banca o concessione da parte di un Confidi. I soggetti devono avere almeno una sede operativa nella Regione Liguria.

Contributo

Il contributo consiste in un Fondo di Garanzia autorizzato dal FI.L.S.E. secondo le seguenti modalità:

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

  • La Modalità A – Garanzia Diretta del Fondo – fornisce una copertura fino all’80% del finanziamento ottenuto da parte di una Banca Convenzionata su fondi non agevolati. Vale dalla data di emissione e dura fino a 24 mesi dalla scadenza del piano di ammortamento o in caso di estinzione anticipata, 24 mesi da tale data.
  • La Modalità B – Controgaranzia del Fondo o Garanzia Indiretta – nel caso il finanziamento sia richiesto presso qualsiasi banca ma sostenuto anche da un Confidi Convenzionato. Anche in questo caso è prevista una copertura dell’80% alla garanzia non agevolata e rilasciata dal Confidi. Vale 24 mesi dalla data di emissione sino alla data di scadenza del piano di ammortamento o, in caso di estinzione anticipata, 24 mesi da tale data.

Spese ammesse dal bando

Le attività ammesse dal Fondo di Garanzia devono essere avviate successivamente alla presentazione della domanda, inoltre devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Non devono essere sostenute da altre garanzie reali.
  • Devono aver un importo compreso tra i 10mila euro e i 30mila euro.
  • Durata di ammortamento tra i 24 e i 72 mesi.
  • Durata di pre-ammortamento di 12 mesi.

Gli interventi sostenuti devono essere terminati entro 18 mesi dall’erogazione del contributo. Le attività devono avere come obiettivo il superamento dell’emergenza Covid-19.

Termine di scadenza

La domanda può essere inviata esclusivamente online secondo le modalità descritte successivamente, dal 10 Aprile 2020 al 30 Settembre 2020, dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 17.30 (salvo festività).

Procedure e invio domanda

Innanzitutto, prima di inoltrare la domanda al soggetto gestore della misura, è necessario ottenere il prestito o la garanzia da parte di uno degli organismi convenzionati. Per la Modalità A, le domande del finanziamento devono essere presentate alla Banca Convenzionata; per la Modalità B devono essere presentate ad uno dei Confidi Convenzionati. L’elenco degli organismi Convenzionati è pubblicato sul sito FI.L.S.E.

Per quanto riguarda la Modalità A, la Banca Convenzionata accoglie, analizza le domande ed effettua le proprie valutazioni, comprendendo se ha caratteristiche che rispondono all’Avviso, dopo comunicherà l’esito al richiedente.

Se invece la domanda è gestita secondo la Modalità B, il Confidi Convenzionato verificherà che abbia i requisiti richiesti dal bando, e in caso positivo, rilascerà la propria garanzia dandone comunicazione al soggetto richiedente.

Il richiedente dovrà allegare tali concessioni alla domanda di ammissione al beneficio del fondo che dovrà essere presentata al FI.L.S.E. Tale domanda, corredata da tutta la documentazione necessaria, deve essere inviata online usando il sistema Bandi online del sito web www.filse.it. Tutte le comunicazioni avverranno tramite il sistema Bandi online e, quando necessari, attraverso la PEC da inserire nella domanda di agevolazione.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Tutte le domande sono gestite dal FI.L.S.E. tramite procedura valutativa a sportello secondo l’arrivo cronologico. L’istruttoria si conclude entro un termine massimo di 45 giorni dall’invio della domanda. Dopo questo termine viene comunicato l’esito alle imprese richiedenti. Il finanziamento viene erogato in modi differenti.

Per quanto riguarda la Modalità A, la Banca riceve dal FI.L.S.E. la copia del provvedimento che ammette il richiedente al beneficio, e procede entro 30 giorni a erogare il finanziamento garantito sul conto corrente del soggetto beneficiario.

Per quanto riguarda la Modalità B, il Confidi riceve dal FI.L.S.E. la copia del provvedimento e lo inoltra alla Banca Finanziatrice, richiedendole l’erogazione del finanziamento controgarantito entro 30 giorni.

L’impresa beneficiaria deve poi presentare al FI.L.S.E. la rendicontazione finale tramite il sistema Bandi online entro 24 mesi dalla data di erogazione del prestito, con una relazione con i risultati ottenuti grazie al contributo e all’estratto conto che dimostra come si sono impiegate le somme ricevute.

La revoca totale o parziale è deliberata dal FI.L.SE nel caso in cui il beneficiario abbia fatto dichiarazioni false, abbia avuto altre agevolazioni non compatibili con il bando, non abbia presentato entro i termini la rendicontazione o non si sia attenuto agli obblighi elencati nel bando.

Per informazioni: mail, telefono, referente

  • Il bando e tutti gli allegati possono essere consultati sul sito del FI.L.S.E.
  • Centralino: +39 010 8403303
  • Fax: +39 010 542335
  • Posta Elettronica Certificata: filse.filse@pec.it.

Caricamento contenuti...