Home Page Business

CCIA Bergamo, 500.000 euro per la digitalizzazione delle imprese

La Camera di Commercio di Bergamo stanzia 500.000 euro per il Bando Voucher Digitali I4.0: ecco come inviare la domanda

DATA APERTURA dal 15 giu 2020 al 31 ago 2020
regione Lombardia

Digitalizzazione è una delle parole che sta guidando la politica economica dell’Italia nel 2020. E in tutti i settori si sta cercando di facilitare gli investimenti delle aziende nell’acquisto di macchinari, hardware e software che permettano un salto tecnologico importante in modo da ridurre la distanza con i competitor esteri. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha tracciato le linee guida da seguire con l’approvazione del Piano Transizione 4.0. Uno dei punti principali è il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), lanciato negli anni precedenti e che con il Piano Transizione 4.0 ha trovato nuovamente vigore.

Ma non solo. Il Piano suggerisce alle Camere di Commercio sparse in tutta Italia di aiutare le MPMI nel loro processo di digitalizzazione tramite dei voucher digitali. E molte CCIA hanno risposto presente. Una delle prime è stata la Camera di Commercio di Bergamo che ha stanziato bene 500.000 euro per finanziare i progetti di digitalizzazione delle imprese. Ecco come partecipare la bando e quanto si può richiedere.

Scheda riassuntiva bando

  • Nome del bando: Bando Voucher Digitali I4.0
  • A chi è rivolto il bando: micro, piccole e medie imprese della provincia di Bergamo
  • Fondi disponibili: 500.000 euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio di Bergamo
  • Le date da segnarsi sul calendario: Inizio invio domande: 15 giugno 2020. Fine invio domande: 31 agosto 2020

Obiettivo e fondo stanziato

Come già anticipato, la misura “Bando Voucher Digitali I4.0” ha un obiettivo piuttosto preciso: favorire gli investimenti delle MPMI per la digitalizzazione e per sviluppare un approccio green oriented. Con lo scoppio della pandemia si è reso sempre più necessario un investimento massiccio in digitalizzazione per permettere alle imprese di lavorare in tutta sicurezza.

Il bando della Camera di Commercio di Bergamo si divide in due linee d’intervento:

  • Misura A – Progetti presentati da più imprese – 150.000 euro
  • Misura B – Progetti presentati da singole imprese – 350.000 euro

In totale i fondi stanziati sono pari a 500.000 euro.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Soggetti interessati

La misura si rivolge a tutte le imprese che hanno una sede operativa nella provincia di Bergamo e che rispettano alcuni requisiti fondamentali:

  • siano in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;
  • siano in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • non si trovino in difficoltà economiche al 31 dicembre 2019;
  • non abbiano in essere forniture con la CCIA di Bergamo
  • siano in regola con il pagamento dei contributi e rispettino le normative sulla sicurezza e sulla salute sul lavoro.

Contributo

Le agevolazioni vengono concesse sotto forma di voucher. La misura prevede un importo massimo di 10.000 euro che copre il 70% delle spese ammissibili presentate nella domanda. L’incentivo viene concesso a fondo perduto. Le imprese in possesso del rating di legalità possono richiedere una premialità di 250.000 euro nel limite del 100% delle spese ammissibili.

Spese ammesse dal bando

Con la misura possono essere finanziate spese per servizi di consulenza e formazione che rientrino nell’ambito della digitalizzazione e di quanto predisposto dal bando; l’acquisto di beni e servizi strumentali, come ad esempio piattaforme per gli e-commerce; spese per l’abbattimento degli oneri di qualunque natura. Tutte le spese possono essere sostenute dal 1 gennaio 2020 fino al 120esimo giorno successivo alla data della Determinazione di approvazione della graduatoria delle domande ammesse al bando.

Termine di scadenza

Il “Bando Voucher Digitali I4.0” della Camera di Commercio di Bergamo è stato aperto il 15 giugno dalle ore 8:00 e chiuderà il 31 agosto alle ore 21:00.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Procedure e invio domanda

Le richieste per il voucher possono essere inviate solo telematicamente tramite sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e‐gov. Tutti i documenti da inviare, che possono essere scaricati dal sito della Camera di Commercio di Bergamo nella sezione Bandi e contributi, devono avere sia al firma autografa del titolare/legale rappresentante, sia la firma digitale dell’impresa.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Dopo l’invio, inizia l’iter di approvazione della richiesta. La procedura per la Misura A è valutativa a graduatoria: in base al progetto presentato vengono assegnati dei punteggi. Per la Misura B, invece, la procedura è valutativa a sportello in base l’ordine cronologico di presentazione della domanda. In caso di insufficienza dei fondi, l’ultima domanda istruita con esito positivo è ammessa alle agevolazioni fino alla concorrenza delle risorse finanziarie disponibili. Per ottenere il voucher è necessario rendicontare accuratamente tutte le spese presentate nella richiesta.

Il voucher può essere revocato nel caso in cui la realizzazione del progetto è difforme rispetto alla domanda presentata; se non è stata inviata la documentazione relativa alla rendicontazione e se le dichiarazioni presentate nel progetto si sono rivelate false.

Per informazioni: mail, telefono, referente

I referenti del bando sono Laura Adobati e Giancarlo Merisio. Per avere maggiori informazioni è possibile inviare un’e-mail all’indirizzo pid.bergamosviluppo@bg.camcom.it, oppure accedere al sito web Bergamo Sviluppo.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...