Ore 18, il teatro non si ferma: gli spettacoli in digitale - Corporate

Come ogni giorno vi proponiamo un nuovo Ore 18, il nostro spazio che lanciamo alle 18, un’ora cruciale di bollettino della giornata trascorsa, in particolare in questo periodo in cui tutti stiamo fronteggiando l’emergenza Coronavirus. Anche alle 18, noi di Italiaonline rimaniamo aperti virtualmente a tutto il Paese. E anche se #iorestoacasa, noi continuiamo a essere come prima operativi e vicini ai nostri clienti.

Uno dei settori che più sta soffrendo la chiusura di tutte le attività non essenziali è il teatro, ma per fortuna in attesa della riapertura il digitale aiuta a mantenere vivo lo spettacolo più antico del mondo. YouTube è una delle piattaforme più utilizzate in questo periodo e proprio ieri Alessandro Gassmann* ha voluto fare un grande regalo agli spettatori, postando su YouTube la versione integrale del suo Riccardo III, annunciandolo con un tweet: “Il teatro ha chiuso ma non possiamo rinunciare a comunicare con voi!” Da Shakespeare ai bimbi, con l’iniziativa di Fantateatro, la compagnia bolognese che posta sul suo canale uno spettacolo alle 16 e uno alle 21, adatti soprattutto ai più piccoli, ma non soltanto: si va da I tre porcellini ai Musicanti di Brema a Romeo e Giulietta. Per chi invece ama il teatro contemporaneo, c’è il canale dell’iniziativa #INDIFFERITA con Elvira Frosini e Daniele Timpano che mandano in streaming ogni sera alle 20.30 uno spettacolo particolarmente significativo del nuovo teatro, con una “maratona-riassunto” la domenica.

Va detto che molti teatri, soprattutto quelli più importanti, sono refrattari allo streaming perché tendono a considerare le opere teatrali non dal vivo come un ripiego. C’è chi invece, in alternativa, fa una proposta diversa: è il caso delPiccolo Teatro di Milano che rende disponibili sui suoi canali social,  interviste agli artisti e approfondimenti sulle sue più importanti produzioni. Diversa, probabilmente anche per una questione di opportunità, la posizione dei teatri più piccoli. Ad esempio, il Teatro dell’Elfo di Milano pubblica sul suo canale Vimeo dal 2 al 9 aprile la terza edizione dei Classici dell’Elfo: l’appuntamento è con Romeo e Giulietta, Salomé e La moglie. il Teatro dei Riuniti di Umbertide (Perugia) ha realizzato sulla sua pagina Facebook una micro-stagione virtuale, composta da piccoli monologhi, letture, esecuzioni musicali e pensieri, perché, come scrivono, “è solo il nostro auspicio di poterci ritrovare presto insieme, dal vivo. Pensiamo insomma che questa piccola iniziativa potrebbe essere un microscopico supporto per quelli che si sentono orfani della più inutile e indispensabile tra le attività umane: il teatro“.

Per la lirica, invece, il Teatro alla Scala di Milano, grazie a un accordo con la Rai,  trasmette fino al 21 aprile 30 spettacoli visibili su Rai5 e sul portale RaiPlay, tra titoli d’opera o concerti. Il Teatro dell’Opera di Roma ripropone nella sezione “teatro digitale” alcuni degli spettacoli più interessanti andati in scena negli ultimi anni. Fino al 4 aprile si può ammirare la Carmen, per poi proseguire con la Bohème. Rassegne di opere e balletti anche per il Carlo Felice di Genova e il Bellini di Catania.

Il digitale fa bene, anche al nostro teatro.

*immagine dal video “Riccardo III – Alessandro Gassmann (spettacolo totale)”