Italiaonline e SEAT Pagine Gialle portano la programmazione in quattro licei - Corporate

Anche per il 2016 Italiaonline, prima internet company italiana, scommette sui giovani e sul futuro del Paese con il proseguimento del progetto di alfabetizzazione informatica nelle scuole, lanciando insieme a SEAT Pagine Gialle l’iniziativa “Operazione in codice: Babbo Natale”, che prevede l’insegnamento del linguaggio di programmazione a studenti di scuole all’avanguardia, con un investimento fino a 60mila euro, per un massimo di 15mila euro per istituto.

L’iniziativa è in continuità con “Regali di classe”, progetto del Natale 2014 con cui Italiaonline ha allestito tre nuovi laboratori d’informatica in tre licei scientifici d’eccellenza* (il Volta di Milano, il Dini di Pisa e il Virgilio di Roma) nelle città sedi storiche dell’azienda, fornendo PC, tablet, notebook, stampanti, smart tv e fotocamere digitali di ultimissima generazione; inoltre, Italiaonline ha messo a disposizione il suo know how digitale organizzando incontri formativi per i ragazzi in ognuna delle tre strutture. Ora, con le donazioni di Italiaonline e SEAT Pagine Gialle, i tre licei istituiranno corsi di programmazione tenuti da docenti specializzati, sia interni alle scuole che selezionati dalle stesse.

L’attenzione di Italiaonline per i giovani di talento ha origine ancora prima di “Regali di classe”: nel 2014, il programma di recruiting “Smart & Born digital” ha portato in azienda circa trenta giovani neolaureati in materie scientifiche, assunti dopo una accurata fase di selezione e impiegati in parecchie aree aziendali.

“Guardare al futuro è nel nostro DNA e siamo noi, pionieri di internet in Italia, a dover avere tra le nostre missioni anche il sostegno alle nuove tecnologie e alla formazione dei giovani di oggi che saranno i talenti di domani”, ha dichiarato Antonio Converti, CEO di Italiaonline e SEAT Pagine Gialle. “Fornire hardware e software è necessario, e lo abbiamo fatto, ma non sufficiente: l’obiettivo di questa nuova iniziativa è insegnare ai nativi digitali gli elementi della programmazione, perché è sempre più importante poter cambiare la tecnologia e non soltanto conoscerla”.

“L’iniziativa è la prima che lanciamo come Italiaonline e SEAT Pagine Gialle e questo è per noi ulteriore motivo di orgoglio”, ha proseguito Converti. “Peraltro, l’investimento effettuato non finisce con i tre licei di Milano, Pisa e Roma: è infatti in corso l’individuazione, anche attraverso un contest legato alle nuove tecnologie, di una scuola a Torino, sede storica di SEAT e città da sempre con un forte spirito innovativo e di ricerca. Un’altra occasione che non vogliamo perdere nel cammino intrapreso insieme alle scuole”.

 

*Fonte: Progetto Eduscopio della Fondazione Agnelli
www.eduscopio.it