SEO ed e-commerce: come aumentare il traffico al sito | Italiaonline.it

La SEO per e-commerce non si differenzia nella sostanza dalla SEO tradizionale, ma le caratteristiche peculiari dei negozi online rendono questa materia specifica un po’ più delicata e complicata. Aumentare traffico e conversioni attraverso l’ottimizzazione per i motori di ricerca è possibile, ma non è impresa facile. In questa guida completa alla SEO per e-commerce scoprirai come farlo.

Le migliori strategie SEO per e-commerce

Raggiungere tutti gli obiettivi sopracitati, ovvero aumentare il traffico e le conversioni con la SEO, non è semplice. Esistono però alcune strategie da cui non si può prescindere se si desidera migliorare il posizionamento sui motori di ricerca del proprio sito di e-commerce. Eccole di seguito:

  • Analisi dei competitors – per ottenere un vantaggio competitivo sulla concorrenza, ancor prima di procedere a mettere in pratica la propria strategia SEO, è necessario sapere come stanno lavorando i propri concorrenti (e farlo poi meglio);
  • Ricerca delle giuste parole chiave – chi desidera ottimizzare un sito e-commerce dovrebbe riuscire a individuare una nicchia di mercato specifica in cui poter emergere e (nel caso di un’attività a livello locale) focalizzarsi sulla geolocalizzazione delle keyword;
  • Ottimizzazione della struttura – una regola generale per gli e-commerce suggerisce che le schede prodotto presenti all’interno del sito siano distanti non più di tre clic dalla homepage;
  • Ottimizzazione dei link interni – per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca del proprio e-commerce è importante creare vari link tra i prodotti e i contenuti interni al sito;
  • Ottimizzazione dei meta dati – un buon lavoro di SEO per un e-commerce non può prescindere da una URL SEO friendly (deve essere descrittiva della pagina web, contenere al suo interno il nome del prodotto e la categoria) e da meta dati della pagina – come Tag Title e Description – e delle immagini, come Alt Text compilati correttamente (non può mancare il nome del prodotto);
  • Canonicalizzazione – negli e-commerce un singolo prodotto può essere raggiunto da diverse pagine in base al percorso degli utenti (ad esempio in base all’ordinamento di visualizzazione dei prodotti) e, pertanto, è fondamentale utilizzare in modo opportuno e preciso i tag rel canonical (attributi che comunicano ai motori di ricerca la url più rappresentativa tra quelle che puntano allo stesso contenuto, in modo da evitare che i motori leggano le pagine come contenuti duplicati e le penalizzino).
  • Originalità dei contenuti –  le schede prodotto non devono essere duplicati di altre schede presenti sul web, vanno redatte in ottica SEO e devono essere affiancate da altri contenuti originali come guide how-to, recensioni, comunicati stampa e guest post in modo da far crescere la “ragnatela” di link.

SEO per e-commerce: i vantaggi

Spesso si sottovaluta l’importanza della SEO per gli e-commerce, ma essa consente di raggiungere diversi obiettivi:

  • costruire e migliorare la Brand Reputation dell’e-commerce;
  • generare e aumentare il traffico al sito web;
  • accrescere la platea di visitatori e potenziali clienti;
  • incrementare i ricavi di vendita e il fatturato.

Se ancora non hai le idee molto chiare su come fare SEO per e-commerce e hai bisogno di un’ulteriore consulenza, puoi rivolgerti a Italiaonline: ti aiuterà a presentare al meglio la tua attività e i tuoi prodotti e ad ampliare la tua base clienti.

Ti interessano i nostri prodotti e servizi?

Chiama il numero verde 800 011 411 o inviaci la tua richiesta tramite form per ottenere un preventivo gratuito: un nostro consulente ti ricontatterà al più presto.

Richiedi informazioni