Cosa significa Branded Content e come si fa | Italiaonline.it

Il Branded Content Marketing è una particolare tipologia di marketing in grado di rivelarsi efficace anche in un’era in cui le persone, sempre più bombardate dalla pubblicità, hanno ormai iniziato a ignorare i tradizionali annunci pubblicitari. A far la differenza, in quest’approccio, è il modo in cui vengono creati, confezionati e presentati i contenuti del Brand.

In questa guida scopriremo ora insieme il preciso significato di Branded Content, quali sono le caratteristiche peculiari di un contenuto di questo tipo e come va fatto per risultare davvero efficace.

Cos’è un Branded Content e a cosa serve

La crescente esigenza delle aziende di non interrompere le esperienze e le conversazioni degli utenti con i canonici annunci pubblicitari, per non risultare invadenti ai loro occhi, ha portato allo sviluppo del Branded Content.

Nello specifico, la definizione di Branded Content (letteralmente “contenuto con marchio”) fa riferimento a un contenuto –  informativo o di intrattenimento – privo di un messaggio pubblicitario esplicito, prodotto ad hoc direttamente o su commissione da un Brand, con l’obiettivo di veicolare e consolidare i valori connessi al Brand e aumentare così la sua Awareness.

Un Branded Content può assumere diverse forme, dai contenuti testuali a scopo informativo ai video emozionali, passando per le inchieste. Più concretamente, esso può raccontare qualcosa che può istruire le persone su uno specifico argomento, fare in modo che esse si interessino a un tema, emozionarle o intrattenerle facendo leva sull’empatia. Ciò che è importante è che il tema affrontato e il modo in cui esso viene affrontato, per i motivi sopracitati, sia coerente con i valori e il tone of voice del Brand, oltre che con gli interessi della sua audience.

Una volta prodotto, questo particolare tipo di contenuto viene pubblicato sul sito internet o sui canali social del Brand stesso oppure ancora su una piattaforma creata ad hoc dall’azienda.

Questo fattore, in particolare, è ciò che contraddistingue il Branded Content dal Native Advertising, che si differenzia dal primo proprio per il fatto che il contenuto non è pubblicato su un canale di proprietà del Brand bensì viene ospitato su una piattaforma esterna scelta in base al suo target di riferimento.

Il messaggio pubblicitario inserito nel suddetto contenuto può essere più o meno esplicito, ma l’intento promozionale deve essere in ogni caso dichiarato e visibile.

I vantaggi del Branded Content

  • capacità di risultare meno invadente e fastidioso agli occhi degli utenti. Se fatto nel modo giusto, prendere parte alla conversazione, invece che tentare di interromperla con un canonico messaggio pubblicitario, è più remunerativo per un’azienda. Un Brand, in questo modo, ha infatti maggiori possibilità di farsi notare dai potenziali clienti in una maniera più positiva;
  • aggira il meccanismo di difesa automatico che le persone hanno nei confronti dei messaggi pubblicitari e li coinvolge in una maniera più attraente rispetto ai canonici annunci promozionali, offrendo loro preziose informazioni o esperienze coinvolgenti e piacevoli;
  • se il contenuto proposto è realmente di qualità, alla lunga potranno essere le persone stesse a inseguire il Brand alla ricerca di altri contenuti interessanti, rovesciando così il tradizionale paradigma pubblicitario.

Se hai bisogno di una consulenza in materia di Branded Content, puoi rivolgerti a Italiaonline: un team di professionisti ti aiuterà a trovare la forma di comunicazione che soddisfa meglio le tue esigenze di business.

Ti interessano i nostri prodotti e servizi?

Chiama il numero verde 800 011 411 o inviaci la tua richiesta tramite form per ottenere un preventivo gratuito: un nostro consulente ti ricontatterà al più presto.

Richiedi informazioni