Creare un sito multilingua: cosa c'è da sapere | Italiaonline.it

Spesso un’azienda o un professionista ha la necessità di creare un sito multilingua per raggiungere e comunicare con i suoi potenziali clienti di diverse nazionalità. Questa particolare tipologia di sito richiede degli specifici accorgimenti affinché funzioni sui motori di ricerca, requisito fondamentale perché diventi una vetrina web efficace per i prodotti e/o servizi proposti.

Cos’è un sito multilingua e come crearlo

Un sito multilingua è un sito web che offre i suoi contenuti, identici, in diverse lingue. Abbiamo già avuto modo di sottolineare il fatto che la decisione di creare un sito multilingua nasce dalla necessità di raggiungere clienti, esistenti o potenziali, che parlano lingue differenti. Altrettanto importante, però, è farsi raggiungere da quella stessa clientela. Per questo motivo, è bene tenere a mente alcuni suggerimenti utili che consentono agli utenti e ai motori di ricerca di trovare la pagina giusta all’interno di un sito multilingua.

Strategia SEO per il sito multilingua

È lo stesso Google a fornire alcuni accorgimenti utili in ottica SEO per un sito multilingua:

  • non affidarsi all’uso dei cookie o alle impostazioni del browser che consentono di modificare la lingua del sito. Al contrario, è opportuno utilizzare URL diverse per ogni versione linguistica di una pagina, oltre che usare le annotazioni hreflang per informare Google delle varianti della pagina in diverse lingue e facilitare in questo modo il reindirizzamento dai risultati della Ricerca Google alla pagina più appropriata in base alla lingua. I modi per indicare a Google le versioni di una pagina in diverse lingue sono però diversi e, tra questi, c’è anche la sitemap per un sito multilingua: si tratta di un file contenente specifiche informazioni sulle pagine, i video e gli altri contenuti presenti sul sito che Google legge al fine di eseguire una scansione in maniera più efficiente;
  • aggiungere link ipertestuali che rimandano a versioni della pagina in altre lingue (per consentire agli utenti di scegliere in maniera autonoma la versione preferita) e di evitare il reindirizzamento automatico basato sulla presunta lingua dell’utente che potrebbe impedire agli utenti e ai motori di ricerca di visualizzare tutte le versioni del sito;
  • creare una struttura di URL che semplifichi il targeting geografico del sito per aree geografiche diverse.

Quest’ultimo procedimento è consigliato per due motivi:

  • indirizzare il sito o parti di esso agli utenti di un unico paese specifico in cui si parla una specifica lingua può migliorare il ranking delle pagine in quel paese di destinazione, ma ciò va a discapito dei risultati nelle altre aree geografiche e lingue;
  • il targeting geografico non è immune da errori perché gli utenti potrebbero ritrovarsi a leggere la versione “sbagliata” del sito. Anche l’analisi delle posizioni degli indirizzi IP per adattare i contenuti è generalmente poco affidabile.

Se hai bisogno di aiuto per la creazione del tuo sito multilingua, affidati a un consulente Italiaonline: tu gli dici come lo vorresti, al resto penserà lui.

Ti interessano i nostri prodotti e servizi?

Chiama il numero verde 800 011 411 o inviaci la tua richiesta tramite form per ottenere un preventivo gratuito: un nostro consulente ti ricontatterà al più presto.

Richiedi informazioni