Remarketing (o Retargeting): cos'è, come funziona, come si fa | Italiaonline

Il termine Remarketing (o Retargeting) fa riferimento a una forma di pubblicità online finalizzata a connettersi con le persone che hanno già interagito precedentemente con il tuo Brand. Si tratta di una componente particolarmente efficace nella strategia pubblicitaria di un’attività perché consente di concentrare gli investimenti pubblicitari su un pubblico composto da persone che hanno già familiarità col marchio e che hanno già mostrato interesse all’acquisto dei prodotti.

Andiamo ora a scoprire più nel dettaglio cos’è il remarketing e come funziona.

Cos’è il remarketing?

Il remarketing consiste nel raggiungere con un annuncio pubblicitario personalizzato gli utenti che hanno già visualizzato il sito o l’app aziendali. Generalmente, solo una piccolissima parte del traffico web si conclude con una conversione già alla prima visita ed è proprio grazie al remarketing che le aziende riescono a restare visibili a quei potenziali clienti che, per qualsiasi motivo, hanno deciso di non portare a termine subito un acquisto.

Ora che il significato di remarketing è più chiaro, passiamo ad analizzare il concetto più specifico di remarketing dinamico, che si riferisce a un’azione ancor più mirata ed efficace: consiste, infatti, nel mostrare a chi ha già visualizzato il sito o l’app di un’attività gli annunci pubblicitari contenenti proprio gli stessi prodotti che sono stati visualizzati in precedenza, in modo da facilitare il completamento dell’azione d’acquisto precedentemente interrotta.

Come funziona il remarketing?

Le campagne pubblicitarie di remarketing online si basano sui cookie per trovare il proprio pubblico di riferimento. Tutto parte da un codice o pixel da installare sul sito, che traccia il passaggio degli utenti sul sito stesso. Questo codice è impercettibile per i visitatori e non influisce in alcun modo sulle prestazioni del sito. In presenza di un nuovo visitatore, il codice rilascia al browser un cookie in forma anonima. Ciò consente di pubblicare annunci personalizzati che saranno mostrati solo alle persone che hanno visitato e lasciato il sito senza completare l’acquisto in un primo momento.

Come fare remarketing: consigli e strategie

È possibile realizzare campagne di remarketing sulla Rete Display di Google attraverso lo strumento Google Ads, ma possono essere attivate anche su Facebook, in modo tale così da mostrare gli annunci pubblicitari sul social network a chi ha già visitato il tuo sito. Vediamo ora alcuni consigli utili:

  • Individua il giusto segmento di target. Ad esempio, è possibile creare annunci pubblicitari destinati a chi ha visualizzato le pagine di dettaglio dei prodotti senza acquistarli, a chi ha inserito gli articoli nel carrello senza completare l’acquisto (magari studiando per loro dei codici sconto ad hoc) e anche a chi ha già provveduto all’acquisto di un articolo (promuovendo, ad esempio, l’acquisto di un articolo a esso correlato).
  • Ottimizza la landing page. Si tratta della pagina di destinazione dove deve “atterrare” l’utente a cui è destinato l’annuncio pubblicitario e deve essere altamente personalizzata, completa e intuitiva.
  • Fai ulteriore remarketing post conversione. Sebbene sia necessario fermare la pubblicità verso gli utenti per il quale è stato già raggiunto l’obiettivo, non bisogna certo perderli di vista. Difatti, è possibile creare un segmento di pubblico diverso da raggiungere con nuovi annunci ad hoc.

Se sei in cerca di ulteriori consigli e di un team di professionisti in grado di guidarti passo dopo passo in tutte le fasi di una campagna di remarketing, Italiaonline mette a tua disposizione soluzioni su misura per gestire al meglio le tue campagne pubblicitarie online.

Ti interessano i nostri prodotti e servizi?

Chiama il numero verde 800 011 411 o inviaci la tua richiesta tramite form per ottenere un preventivo gratuito: un nostro consulente ti ricontatterà al più presto.

Richiedi informazioni