2017-2016

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ITALIAONLINE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2016

Assago, 4 agosto 2016 – ore 17:53

(PRICE SENSITIVE)

 

 

IL PRIMO SEMESTRE 2016 CHIUDE CON I PRINCIPALI INDICATORI FINANZIARI IN NETTO MIGLIORAMENTO: EBITDA +37,5%, FREE CASH FLOW +122,6% E RITORNO ALL’UTILE

SI TRATTA DEL PRIMO RISULTATO NETTO POSITIVO DOPO LA FUSIONE PER INCORPORAZIONE CON SEAT PAGINE GIALLE  CHE VENIVA DA DODICI SEMESTRI IN ROSSO

***

RISULTATI DI GRUPPO

 

RICAVI pari a € 199,7 milioni

EBITDApari a € 29,5 milioni

EBITDA margin pari al 14,8%

FCF pari a € 35,5 milioni

UTILE NETTO del periodo pari a € 3,8 milioni

POSIZIONE FINANZIARIA NETTA positiva per € 102 milioni

***

Assago, 4 agosto 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di Italiaonline S.p.A. (di seguito “Italiaonline”) ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2016.

 

Antonio Converti, Amministratore Delegato di Italiaonline, ha commentato: “I risultati del primo semestre 2016 mostrano un deciso miglioramento dei principali indicatori finanziari, non solo rispetto al 30 giugno 2015, ma anche agli obiettivi del Piano Industriale 2016-2018 che prevede di conseguire la stabilizzazione dei ricavi entro il 2018, con il ritorno della marginalità operativa a livelli compresi tra il 25% e il 30%.

Nel secondo semestre 2016 attueremo ancora importanti azioni di riduzione dei costi operativi ed il lancio della nuova offerta, particolarmente innovativa, di prodotti digitali che consoliderà sempre più il ruolo di Italiaonline come principale attore del processo di trasformazione digitale delle PMI italiane.

Inoltre, le disponibilità liquide e l’assenza di debito ci offrono già oggi una solida base di investimento per indirizzare la crescita sia per linee interne che esterne.”

 

RISULTATI DI GRUPPO

 

I risultati del primo semestre 2016 sono confrontati con un primo semestre 2015 “comparabile”, calcolato come se la fusione per incorporazione di Italiaonline nel Gruppo Seat Pagine Gialle fosse avvenuta a partire dal 1° gennaio 2015 e normalizzato rispetto ai criteri di competenza dei ricavi[1]

 

Nel primo semestre 2016, i Ricavi delle vendite e delle prestazioni sono pari a € 199,7 milioni, in diminuzione dell’8,8% rispetto al primo semestre 2015 (€ 219,0 milioni). Tale variazione è principalmente riconducibile alla contrazione di alcuni business tradizionali, quali la raccolta pubblicitaria sugli elenchi telefonici ed i servizi di directory assistance telefonici. Inoltre, sono state implementate azioni di ottimizzazione del portafoglio prodotti digitali allo scopo di privilegiare il focus commerciale del Gruppo su quelli a più elevata marginalità.

Il Risultato Operativo prima degli Ammortamenti, degli oneri netti non ricorrenti e di ristrutturazione (EBITDA) è pari a € 29,5 milioni nel primo semestre 2016, in crescita del 37,5% rispetto al primo semestre 2015 (€ 21,4 milioni), con una marginalità operativa anch’essa in aumento e pari al 14,8% (9,8% nel primo semestre 2015).

Il Risultato Operativo (EBIT) nel primo semestre 2016 è negativo per € 0,5 milioni (negativo per          € 11,7 milioni nel primo semestre 2015). Il miglioramento riflette, oltre all’andamento dell’EBITDA, la riduzione degli ammortamenti e degli oneri netti connessi ad operazioni non ricorrenti e a processi di riorganizzazione aziendale in corso.

L’Utile Netto del periodo è pari a € 3,8 milioni, in miglioramento di € 14,1 milioni rispetto ad un risultato negativo per € 10,2 milioni del primo semestre 2015. Si tratta del primo Risultato Netto positivo dopo la fusione per incorporazione con Seat Pagine Gialle che veniva da dodici semestri in rosso.

Il Free Cash Flow unlevered generato nel corso del primo semestre 2016 è positivo per € 35,5 milioni, in miglioramento di € 19,6 milioni rispetto al primo semestre 2015 (€ 16,0 milioni). Tale risultato beneficia principalmente (i) dell’aumento per € 8,0 milioni dell’EBITDA, (ii) di minori investimenti industriali per € 7,1 milioni e (iii) di minori pagamenti di imposte per € 3,8 milioni (si ricorda che nel mese di gennaio 2015 il Gruppo Seat aveva pagato debiti di natura tributaria per                € 2,9 milioni derivanti dal concordato).

Al 30 giugno 2016 la Posizione Finanziaria Netta è positiva per € 102,0 milioni (inclusiva dell’importo pari ad € 8,5 milioni del debito relativo ad alcuni contratti di leasing finanziario inerenti il complesso immobiliare che ospita la sede secondaria della Capogruppo), in miglioramento di           € 27,4 milioni rispetto al 31 dicembre 2015 quando era positiva per € 74,6 milioni.

Le Disponibilità Liquide al 30 giugno 2016 sono pari a € 109,8 milioni, rispetto ad un ammontare di € 123,6 milioni al 31 dicembre 2015 (precedente al rimborso da parte di Italiaonline di un importo pari a € 41,2 milioni, inclusivo di interessi, derivante dal contratto di finanziamento stipulato ai fini del parziale pagamento del corrispettivo dell’offerta pubblica di acquisto obbligatoria sulle azioni ordinarie di Seat Pagine Gialle, conclusasi nel mese di novembre 2015).

Si segnala che secondo i dati Audiweb di maggio 2016 (che non tengono conto di Google e Facebook) Italiaonline si è confermata la prima internet company italiana, con 4,3 milioni di utenti unici in media al giorno. Anche il dato sulla mobile audience ha visto Italiaonline al primo posto, davanti agli altri top player con oltre 2,0 milioni di utenti unici medi giornalieri. Infine, sempre i dati Audiweb, hanno confermato Italiaonline primo player nel panorama Internet italiano per pagine viste (71 mln) e per tempo speso nel giorno medio (10:29 min).

 

FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI AL 30 GIUGNO 2016

Con effetto dal 1° luglio 2016 è stata effettuata la cessione a Contacta S.p.A. del ramo d’azienda relativo al servizio 1254; inoltre in data 4 agosto 2016 è stato ceduto il 100% della controllata Europages S.A., con sede a Parigi, ad una società controllata dal fondo di private equity Paragon Partners, con sede a Monaco (Germania). La cessione relativa al servizio 1254 è stata imposta dall’autorità Antitrust nell’ambito del processo di integrazione tra Italiaonline e Seat Pagine Gialle, e ha riguardato il marchio 1254, le immobilizzazioni intangibili e i contratti commerciali e di lavoro inerenti al ramo d’azienda. Il business relativo a Europages era stato considerato non più strategico e nel Piano Industriale approvato lo scorso 15 gennaio (il “Piano Industriale”) ne era stata prevista di conseguenza la cessione nel corso del 2016.

In data 22 luglio 2016, a poco più di un mese dalla fusione per incorporazione di Italiaonline in Seat Pagine Gialle, CONSOB, in considerazione dell’evoluzione della situazione societaria, ha disposto il venir meno degli obblighi di informativa mensile concernenti la situazione societaria ai sensi dell’art. 114 del D. Lgs. n. 58/98, richiesti dalla stessa CONSOB con nota del 7 settembre 2011. A decorrere dal mese di luglio 2016 la nuova Italiaonline non è, quindi, più compresa nell’elenco (c.d. “Black list”) degli emittenti soggetti ai suddetti obblighi mensili.

Il 3 agosto 2016, l’Agenzia delle Entrate ha notificato la risposta favorevole all’interpello presentato con riferimento alla riportabilità dell’eccedenze di interessi passivi per un ammontare pari a circa                € 650 milioni che si aggiungono ai circa € 160 milioni di riporto a nuovo di perdite fiscali già esistenti. L’interpello è stato presentato al fine di ottenere la disapplicazione delle norme antielusive che limitavano il riporto degli interessi passivi per effetto della fusione tra Seat Pagine Gialle S.p.A. e Italiaonline S.p.A..

 

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

Nel corso del 2016 il management proseguirà incisivamente nella realizzazione delle azioni strategiche previste dal Piano Industriale per il triennio 2016-2018, con l’obiettivo di conseguire la stabilizzazione dei ricavi entro il 2018 e il ritorno della marginalità operativa a livelli compresi tra il 25% ed il 30%.

Le principali azioni strategiche riguarderanno il completo rinnovo del portafoglio prodotti, le attività legate alla relazione con i Clienti, oltre che la riduzione dei costi operativi. E’ inoltre in corso un’attività di valorizzazione delle partecipazioni detenute nelle società controllate allo scopo di concentrare l’attenzione del management sullo sviluppo del core business in Italia.

Per il secondo semestre 2016 il Gruppo Italiaonline si attende:

  • Ricavi in un range compreso tra € 191 e € 201 milioni (con ricavi attesi nell’esercizio 2016 in un range compreso tra € 391 e € 401 milioni), tenuto conto dell’uscita dal perimetro, nel secondo semestre 2016, del ramo d’azienda relativo al servizio 1254 e della controllata Europages. A partire da settembre è previsto il lancio di nuovi prodotti con l’obiettivo di contribuire ad invertire il trend dei ricavi nel corso del 2017.
  • Ebitda in un range compreso tra € 34 e € 37 milioni (con un Ebitda atteso nell’esercizio 2016 in un range compreso tra € 64 e € 67 milioni), sostenuto dalla riduzione dei costi, e precisamente attraverso:

o   gli effetti delle azioni di contenimento già attuate nel primo semestre 2016 e che saranno pienamente visibili nel corso del secondo semestre 2016;

o   la messa in atto di nuove iniziative, in particolare l’attuazione delle riduzioni del costo del lavoro previste nel Piano Industriale che porteranno ad un risparmio netto, al completamento del piano di riorganizzazione, pari a € 27 milioni su base annua.

  • Ebitda margin in un range compreso tra il 17,8% e il 18,4%.
  • Le disponibilità liquide a fine esercizio 2016 sono attese conseguentemente superiori rispetto alle previsioni iniziali del Piano Industriale (pari ad € 80,6 milioni).

 

Si comunica che il testo del presente comunicato stampa e la relativa presentazione al mercato finanziario sono consultabili e disponibili, sul sito internet di Borsa Italiana S.p.A. all’indirizzo borsaitaliana.it, nonché sul sito internet della Società all’indirizzo italiaonline.it/investor

 

*************

Disclaimer

Questo comunicato stampa contiene alcune dichiarazioni di natura previsionale, che riflettono l’attuale opinione del management della Società in relazione ad eventi futuri e risultati finanziari e operativi della Società e delle sue società controllate. Tali dichiarazioni previsionali si basano sulle attuali aspettative e valutazioni di Italiaonline S.p.A. rispetto ad eventi futuri. Considerando che tali dichiarazioni di natura previsionale sono soggette a rischi e incertezze, gli effettivi risultati futuri possono significativamente differire rispetto a quanto indicato nelle suddette dichiarazioni previsionali, potendo derivare tale difformità da molteplici fattori, molti dei quali esulano dalle capacità di Italiaonline S.p.A di poterli verificare e stimare accuratamente, fra i quali, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo, vi sono eventuali cambiamenti nel contesto normativo, futuri sviluppi del mercato, oscillazioni nei prezzi ed altri rischi. Pertanto, si invita a non fare pieno affidamento sui contenuti delle previsioni riportate, che sono inserite esclusivamente con riferimento fino alla data del suddetto comunicato stampa. Italiaonline S.p.A. non si assume alcun obbligo di comunicare pubblicamente aggiornamenti o modifiche delle previsioni inserite, relative a eventi o circostanze future avvenute in seguito alla data del suddetto comunicato stampa. Le informazioni contenute in questo comunicato stampa non vogliono fornire un’analisi esaustiva e non sono state indipendentemente verificate da alcun soggetto terzo.

Questo comunicato stampa non costituisce raccomandazione sugli strumenti finanziari della Società. Inoltre, questo comunicato stampa non costituisce un’offerta di vendita o un invito all’acquisto di strumenti finanziari emessi dalla Società o dalle sue controllate.

Ai sensi dell’art. 154-bis, comma 2 del Testo Unico della Finanza del 24 febbraio 1998, il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari di Italiaonline S.p.A., Andrea Servo, dichiara che attesta la corrispondenza alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili delle informazioni contabili inserite in questo comunicato stampa.

 

*************

Contatti:
Investor Relation Italiaonline
Leonardo Fava
investor.relations@italiaonline.it
Tel. +39.011.435.2600  


Affari societari Italiaonline

ufficio.societario@italiaonline.it  
Media Relations Italiaonline
Image Building Simona Raffaelli, Alfredo Mele
Tel. +39.02.89011300

italiaonline@imagebuilding.it

 

 

[1] Come già avvenuto per i risultati dell’esercizio 2015 e del primo trimestre 2016, al fine di consentire un confronto omogeneo tra i risultati del primo semestre 2016 e quelli del primo semestre 2015, questi ultimi, con riferimento al Gruppo Seat Pagine Gialle, sono stati ridotti per l’effetto non ricorrente originato (i) dal cambiamento del criterio di competenza dei ricavi dell’offerta PagineBianche® adottato a partire dal 1° gennaio 2015 e (ii) dalla modifica del calendario di pubblicazione dello SmartBook®, introdotta a partire dal 1° gennaio 2016, pari complessivamente a € 8,0 milioni a livello di ricavi e a € 7,6 milioni a livello di EBITDA.

 

___________________________________

Scarica il comunicato in allegato:

04-08-2016 Comunicato Stampa H1 2016_ITA final