2017-2016

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ITALIAONLINE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2016

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ITALIAONLINE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2016

(PRICE SENSITIVE)

I RISULTATI DEI PRIMI NOVE MESI CONFERMANO IL TREND POSITIVO DEL PRIMO SEMESTRE 2016:

EBITDA +36,5%, FREE CASH FLOW +231,8%
E UTILE DEL PERIODO A € 35,2 MILIONI IN FORTE MIGLIORAMENTO DI € 46,9 MILIONI

***

RISULTATI DI GRUPPO

 

RICAVI pari a € 295,6 milioni

EBITDApari a € 55,4 milioni

EBITDA margin pari al 18,7%

FCF pari a € 48,8 milioni

UTILE NETTO del periodo pari a € 35,2 milioni

POSIZIONE FINANZIARIA NETTA positiva per € 111,6 milioni

***

Assago, 9 novembre 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di Italiaonline S.p.A. (di seguito “Italiaonline”) ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2016.

 

Antonio Converti, Amministratore Delegato di Italiaonline, ha commentato: “I risultati dei primi nove mesi 2016 confermano il trend positivo del primo semestre, con i principali indicatori economico-finanziari (EBITDA, Free cash flow, Posizione Finanziaria Netta) in netto miglioramento.

In linea con la strategia del Gruppo di rinnovare il portafoglio prodotti nel mese di ottobre Italiaonline ha completato il lancio dei nuovi prodotti pensati per la digitalizzazione delle piccole e medie imprese. Dalla gestione coordinata della presenza in rete (IOL Connect), allo sviluppo di siti internet in HTML5 (IOL Website), fino alla gestione integrata delle campagne marketing online (IOL Audience), confermando così il ruolo di Italiaonline come principale attore di questo importante processo di trasformazione del nostro Paese.

Infine, anche nel corso del quarto trimestre la Società proseguirà nel percorso di riduzione dei costi operativi a sostegno della marginalità.”

 

  

RISULTATI DI GRUPPO

 

I risultati dei primi nove mesi 2016 sono confrontati con quelli dello stesso periodo dell’esercizio precedente “comparabile”, calcolato come se la fusione per incorporazione di Italiaonline nel Gruppo Seat Pagine Gialle fosse avvenuta a partire dal 1° gennaio 2015 e normalizzato rispetto ai criteri di competenza dei ricavi[1]

 

Nei primi nove mesi 2016, i Ricavi delle vendite e delle prestazioni sono pari a € 295,6 milioni, in diminuzione dell’11,7% rispetto ai primi nove mesi 2015 (€ 334,7 milioni). Tale variazione è principalmente riconducibile alla contrazione di alcuni business tradizionali, quali la raccolta pubblicitaria sugli elenchi telefonici ed i servizi di directory assistance telefonici (il cui trend è stato in parte penalizzato dalla cessione del servizio 1254 con effetto dal 1° luglio 2016). Inoltre l’andamento dei ricavi digital non riflette ancora gli effetti positivi derivanti dal lancio, avvenuto nel corso del terzo trimestre, della nuova offerta di prodotti digitali (“IOL Connect”, “IOL Website” e “IOL Audience”) e del riposizionamento del business della controllata Moqu ADV, che a partire dal mese di settembre 2016 ha iniziato a gestire la piattaforma IOL Audience. Si ricorda infine che in data 4 agosto 2016 è stato ceduto il 100% della controllata Europages i cui ricavi sono stati contabilizzati solo per sette mesi dell’esercizio 2016, pur confrontandosi con i primi nove mesi del 2015.

Il Risultato Operativo prima degli Ammortamenti, degli oneri netti non ricorrenti e di ristrutturazione (EBITDA) è pari a € 55,4 milioni nei primi nove mesi 2016, in crescita del 36,5% rispetto ai primi nove mesi 2015 quando era pari a € 40,6 milioni, con una marginalità operativa anch’essa in aumento e pari al 18,7% (12,1% nei primi nove mesi 2015).

Il Risultato Operativo (EBIT) nei primi nove mesi 2016 è pari a € 11,3 milioni in aumento rispetto ai primi nove mesi del 2015 quando era negativo per € 7,7 milioni. Il miglioramento riflette, oltre all’andamento dell’EBITDA, la riduzione degli ammortamenti e degli oneri netti connessi ad operazioni non ricorrenti e a processi di riorganizzazione aziendale in corso.

L’Utile Netto del periodo è pari a € 35,2 milioni, in forte miglioramento di € 46,9 milioni rispetto ad un risultato negativo per € 11,7 milioni nei primi nove mesi 2015.

Il Free Cash Flow unlevered generato nel corso dei primi nove mesi 2016 è positivo per € 48,8 milioni, in miglioramento di € 34,1 milioni rispetto ai primi nove mesi 2015 quando era pari a € 14,7 milioni. Tale risultato beneficia principalmente (i) dell’aumento per € 14,8 milioni dell’EBITDA, (ii) di minori investimenti industriali per € 9,6 milioni e (iii) di minori pagamenti di imposte per € 4,2 milioni (si ricorda che nel mese di gennaio 2015 il Gruppo Seat aveva pagato debiti di natura tributaria per € 2,9 milioni derivanti dal concordato).

Al 30 settembre 2016 la Posizione Finanziaria Netta è positiva per € 111,6 milioni (e comprende € 8,2 milioni del debito relativo ad alcuni contratti di leasing finanziario inerenti il complesso immobiliare che ospita la sede secondaria della Capogruppo), in miglioramento di € 37,0 milioni rispetto al 31 dicembre 2015 quando era positiva per € 74,6 milioni.

Le Disponibilità Liquide al 30 settembre 2016 sono pari a € 119,2 milioni, rispetto a € 123,6 milioni al 31 dicembre 2015 (precedente al rimborso da parte di Italiaonline di un importo pari a                 € 41,2 milioni, inclusivo di interessi, derivante dal contratto di finanziamento stipulato ai fini del parziale pagamento del corrispettivo dell’offerta pubblica di acquisto obbligatoria sulle azioni ordinarie di Seat Pagine Gialle, conclusasi nel mese di novembre 2015).

Secondo i dati Audiweb (che non tengono conto di Google e Facebook) di agosto 2016 Italiaonline negli ultimi dodici mesi si è confermata la prima internet company con 4,4 milioni di utenti unici in media al giorno. Anche il dato sulla mobile audience ha visto Italiaonline al primo posto davanti agli altri top player con 2,0 milioni di utenti unici medi giornalieri. Infine sempre i dati Audiweb hanno confermato Italiaonline primo player nel panorama Internet italiano per pagine viste (71 milioni) e tempo speso nel giorno medio (10:29 minuti).

 

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

La guidance di Gruppo per l’esercizio 2016 fornita lo scorso mese di agosto, in occasione dell’approvazione della Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2016, prevedeva:

  • Ricavi in un range compreso tra € 391 e € 401 milioni.
  • Ebitda in un range compreso tra € 64 e € 67 milioni.
  • Ebitda margin in un range compreso tra il 16,4% e il 16,7%.
  • Disponibilità liquide a fine dicembre 2016 superiori rispetto alle previsioni iniziali del Piano Industriale (pari ad € 80,6 milioni).

Sulla base delle informazioni attualmente disponibili, per l’esercizio 2016 il Gruppo Italiaonline si attende ricavi nella parte bassa del range, conferma la guidance sull’’Ebitda e Ebitda margin e specifica ulteriormente la guidance sulle disponibilità liquide attese a fine anno in un range compreso tra € 115 e € 120 milioni.

Lo scorso mese di agosto, in occasione dell’approvazione della semestrale 2016, è stato annunciato il piano di Riorganizzazione che prevede la Cassa Integrazione Straordinaria per un massimo di 417 posizioni a 0 (zero) ore, di cui 193 sono le nuove posizioni derivanti dall’integrazione tra Italiaonline e Seat Pagine Gialle, mentre 224 posizioni sono ereditate dal precedente piano di riorganizzazione e relativo accordo sindacale del febbraio 2015.

Il piano prevede inoltre la Cassa Integrazione Straordinaria per un massimo di 283 posizioni a orario ridotto per 4 giorni al mese.  Si ricorda che nel corso delle ultime settimane, vi sono state diverse sessioni di confronto al Ministero dello Sviluppo Economico tra l’Azienda e le Organizzazioni Sindacali.
Lo scorso venerdì’ 4 novembre, al termine di un lungo confronto, anche l’ultima proposta formulata dal MISE non ha trovato il consenso delle Organizzazioni Sindacali e non è quindi stato possibile raggiungere un accordo tra le parti.
L’attuazione delle sospensioni dal lavoro è in corso a partire dal corrente mese di novembre. Inoltre, nei prossimi mesi, per completare il turnaround, è prevista l’assunzione di un numero massimo di 100 “nativi digitali”, con competenze specifiche per supportare il conseguimento degli obiettivi previsti dal Piano Industriale. Al completamento del piano di Riorganizzazione è previsto un risparmio netto pari a € 27 milioni su base annua.

Italionline informa inoltre che la revisione del Piano Industriale approvato a gennaio 2016 sarà presentata al mercato entro il primo trimestre 2017.

 

Si comunica che il testo del presente comunicato stampa e la relativa presentazione al mercato finanziario sono consultabili e disponibili, sul sito internet di Borsa Italiana S.p.A. all’indirizzo borsaitaliana.it, nonché sul sito internet della Società all’indirizzo italiaonline.it/investor

 

*************

Disclaimer

Questo comunicato stampa contiene alcune dichiarazioni di natura previsionale, che riflettono l’attuale opinione del management della Società in relazione ad eventi futuri e risultati finanziari e operativi della Società e delle sue società controllate. Tali dichiarazioni previsionali si basano sulle attuali aspettative e valutazioni di Italiaonline S.p.A. rispetto ad eventi futuri. Considerando che tali dichiarazioni di natura previsionale sono soggette a rischi e incertezze, gli effettivi risultati futuri possono significativamente differire rispetto a quanto indicato nelle suddette dichiarazioni previsionali, potendo derivare tale difformità da molteplici fattori, molti dei quali esulano dalle capacità di Italiaonline S.p.A di poterli verificare e stimare accuratamente, fra i quali, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo, vi sono eventuali cambiamenti nel contesto normativo, futuri sviluppi del mercato, oscillazioni nei prezzi ed altri rischi. Pertanto, si invita a non fare pieno affidamento sui contenuti delle previsioni riportate, che sono inserite esclusivamente con riferimento fino alla data del suddetto comunicato stampa. Italiaonline S.p.A. non si assume alcun obbligo di comunicare pubblicamente aggiornamenti o modifiche delle previsioni inserite, relative a eventi o circostanze future avvenute in seguito alla data del suddetto comunicato stampa. Le informazioni contenute in questo comunicato stampa non vogliono fornire un’analisi esaustiva e non sono state indipendentemente verificate da alcun soggetto terzo.

Questo comunicato stampa non costituisce raccomandazione sugli strumenti finanziari della Società. Inoltre, questo comunicato stampa non costituisce un’offerta di vendita o un invito all’acquisto di strumenti finanziari emessi dalla Società o dalle sue controllate.

Ai sensi dell’art. 154-bis, comma 2 del Testo Unico della Finanza del 24 febbraio 1998, il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari di Italiaonline S.p.A., Andrea Servo, dichiara che attesta la corrispondenza alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili delle informazioni contabili inserite in questo comunicato stampa.

Si fa altresì rinvio all’attestazione allegata al Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2016, che sarà messo a disposizione del pubblico il 14 novembre 2016.

*************


 

Contatti:
Investor Relation Italiaonline
Leonardo Fava
investor.relations@italiaonline.it
Tel. +39.011.435.2600  


Affari societari Italiaonline

ufficio.societario@italiaonline.it  
Media Relations Italiaonline
Image Building Simona Raffaelli, Alfredo Mele
Tel. +39.02.89011300

italiaonline@imagebuilding.it

 

 

[1] Come già avvenuto per i risultati dell’esercizio 2015, del primo trimestre e del primo semestre 2016, al fine di consentire un confronto omogeneo tra i risultati dei primi nove mesi 2016 e quelli dei primi nove mesi 2015, questi ultimi, con riferimento al Gruppo Seat Pagine Gialle, sono stati ridotti per l’effetto non ricorrente originato (i) dal cambiamento del criterio di competenza dei ricavi dell’offerta PagineBianche® adottato a partire dal 1° gennaio 2015 e (ii) dalla modifica del calendario di pubblicazione dello SmartBook®, introdotta a partire dal 1° gennaio 2016, pari complessivamente a € 9,0 milioni a livello di ricavi e a € 8,6 milioni a livello di EBITDA.

 

 

Scarica il comunicato stampa: 09-11-2016-comunicato-stampa-9m-2016_ita-final