Lingua: IT
IT EN
|
Seguici su:

La prima internet company italiana

Italiaonline è la società che da febbraio 2013 raggruppa tutti i brand e gli asset di Matrix S.p.a. e di Libero S.r.l, a seguito dell’acquisizione di Matrix da parte di Libero, conclusa a Novembre 2012, e alla successiva fusione per incorporazione di Matrix S.p.A. nella Italiaonline S.r.l., conclusasi a dicembre 2013.

È direttamente controllata dalla Libero Acquisition S.r.l., società di diritto lussemburghese che fa capo all’egiziano Naguib Sawiris, già proprietario in Italia di Wind Telecomunicazioni e protagonista a livello mondiale nel settore delle telecomunicazioni.

Fanno oggi parte di Italiaonline i portali Libero e Virgilio, i web magazine Di·Lei, Total TechQui Finanza e SportStadio, le utility 1254 e Apritisito, la piattaforma video ViTV, le concessionarie di web advertising Italiaonline ADV e Italiaonline Local, il solution provider ITnet: ospitate nelle sedi di Milano, Roma, Pisa e Ivrea, queste realtà generano un giro d’affari complessivo da 100 milioni di euro di fatturato annuo.

L’unione di Libero e Matrix ha dato quindi vita al più grande gruppo digitale italiano, prima internet company nazionale e terzo player del mercato web in Italia dopo Google e Facebook. La nuova holding, aggregando i dati dei suoi due portali, ha infatti tutti i numeri* per competere in Italia con i due colossi americani:

  • 17 milioni di utenti unici al mese
  • 2,6 miliardi di page views mensili
  • 6,5 miliardi di impressions mensili
  • 11 milioni di account mail attivi
  • oltre il 60% di market reach
  • 3 datacenter

Sono cifre mai raggiunte prima d’ora da nessun operatore web italiano. E sono numeri che rappresentano un nuovo punto di partenza per lo sviluppo digitale del Paese, del quale Italiaonline vuole farsi principale promotore come rivelano le parole rilasciate dallo stesso Sawiris a seguito del merge: “Da sempre crediamo nelle straordinarie capacità e potenzialità di questa Nazione. L’acquisizione di Matrix da parte di Libero dimostra la nostra volontà nel continuare a ricoprire un ruolo strategico in questo grande Paese, sia in senso ampio, sia, in particolare, nello sviluppo del settore TMT, che vogliamo contribuire ad espandere in Italia”.

Dietro tutto questo ci sono 420 persone che esprimono le migliori competenze internet disponibili in Italia, ospitate nelle 4 sedi di Milano, Roma, Pisa e Ivrea.

*Dati Audiweb novembre 2013